Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Aprile - ore 21.50

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Esenzioni pedaggio anche tra La Spezia e Sestri Levante"

Una delle proposte del consigliere regionale Franco Muzio, che lancia l'idea class action. L'assessore Giampedrone: "Tavolo permanente con il Mit sui cantieri autostradali liguri".

A12
Il casello di Santo Stefano

Liguria - Un’interrogazione che chiede alla giunta regionale ligure di estendere l’esenzione dal pagamento del pedaggio autostradale a tutti i tratti della A12 su cui insistono i cantieri di lavoro. L'ha presentata stamani in consiglio regionale il consigliere Franco Muzio (Forza Italia – Liguria popolare), che ha ricordato il piano di interventi di ASPi e SALT e l’accordo del 26 gennaio con Regione e Comune di Genova in cui è stato stabilito con il MIT di ampliare l’attuale area di esenzione totale dei pedaggi fino a Rapallo sulla A12. Muzio ha anche messo sul piatto la possibilità di una class action.

L’assessore regionale alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone ha assicurato l’attenzione della Regione rispetto all'operato di Mit e società concessionarie. “Quello che abbiamo ottenuto finora – ha affermato Giampedrone - è un passo in avanti in questa situazione, che è unica sul territorio e si trascina dal crollo del Morandi”. L'assessore ha garantito la prosecuzione del dialogo fra Regione, ministero e società concessionarie, assicurando che la competente commissione consiliare sarà aggiornata sulle future, eventuali nuove esenzioni. L’assessore ha condiviso l’eventuale istituzione di una class action sottolineando, però, che questa non rientra fra le competenze regionali. Nell'ambito del dibattito, l'assessore ha spiegato che Regione ha chiesto al Mit un tavolo permanente sui cantieri che interessano le arterie autostradali liguri.

“I cittadini liguri – il commento di Muzio, affidato a una nota diramata a margine del consigli - hanno diritto ad un pieno risarcimento per i disagi frutto dell’incuria consapevole gestita in regime di monopolio da parte di Autostrade. E ad essere risarcite devono essere anche le categorie produttive e la stessa Regione, perché la situazione che stiamo vivendo danneggia pesantemente il PIL e l’appeal della Liguria. Le esenzioni parziali dal pagamento dei pedaggi non bastano, anche perché vi sono molte tratte che ne risultano ancora escluse, ad esempio tra Sestri Levante e Rapallo e tra Sestri Levante e La Spezia, quest’ultima peraltro gestita da un altro concessionario (Salt, ndr). Ritengo perciò che si debba andare oltre rispetto alle iniziative in consiglio regionale, anche perché i poteri diretti della Regione in tale materia sono praticamente nulli. Penso che la strada giusta da percorrere potrebbe essere quella dell’azione collettiva, la class action: anche se tale strumento giuridico non può essere promosso in via diretta ed autonoma dalla Regione, esso troverebbe comunque un sostegno e un appoggio da parte dei rappresentanti dell’ente, come ha confermato quest’oggi l’assessore Giampedrone rispondendo ad una mia Interrogazione sul tema. Sin dalle prossime ore mi metterò al lavoro in questa direzione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News