Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 15 Maggio - ore 12.58

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ecco i segreti per far durare di più le classiche piante delle feste

acquisti possibili anche nei festivi
Stelle di Natale

Liguria - Via libera all’acquisto degli Alberi di Natale, delle Stelle di Natale, ciclamini e di molte altre piante e fiori Made in Liguria, nel weekend che precede la tradizionale Festa dell’Immacolata, con quasi 3 italiani su 4 (72%) che, sono già alla ricerca dell’albero da addobbare per rispettare, anche quest’anno, una delle tradizioni nazionali più popolari. Con più tempo disponibile a casa per la cura e l’addobbo, a causa dei limiti agli spostamenti e del coprifuoco, è più facile, ed anche piacevole, seguire alcune semplici regole per mantenere in salute le proprie piante: primo passo è scegliere di acquistare prodotti Made in Liguria, venduti direttamente nei vivai regionali e che non hanno dovuto percorrere migliaia di km per raggiungere le nostre case.

E’ come commenta Coldiretti Liguria l’indagine pubblicata sul sito www.coldiretti.it in occasione dell’entrata in vigore del DPCM che consente finalmente anche le vendita di piante e fiori nei centri commerciali e nei mercati sia nei giorni feriali sia prefestivi e festivi in tutta Italia. La norma contenuta nel DPCM in vigore fino al 15 gennaio 2020, fortemente sostenuta dalla Coldiretti, fa chiarezza e permette lo sblocco delle vendite nei fine settimana di abeti, stelle di Natale, ciclamini e tutte le altre tipologie di piante in vaso e di fiori recisi, sostenendo così un comparto che, a livello nazionale, ha già pagato un conto da oltre 1,5 miliardi di euro a causa dell’emergenza Covid con i limiti a matrimoni, eventi e cerimonie e la perdita di decine di migliaia di posti di lavoro, dai vivai ai negozi oltre a problemi all’export con blocchi al confine e in dogana di tanti paesi Ue ed extra Ue, a causa di ritardi e difficoltà nei trasporti e nella vendita.

Anche nelle case liguri non può quindi mancare l’intramontabile albero di Natale, generalmente un abete o un sempreverde, addobbato con luci e festoni, che in Liguria è diffuso principalmente nei vivai del genovesato e savonese, i quali soddisfano la domanda interna con alberi di qualità, profumati, ricchi di rami e aghi. A livello nazionale i prezzi degli abeti naturali variano a seconda dell’altezza e delle varietà ma complessivamente, comunque, gli abeti più piccoli vengono venduti a prezzi variabili tra i 10 e i 60 euro a seconda della misura, della presenza delle radici ed eventualmente del vaso, mentre per le piante di taglia oltre i due metri il prezzo sale anche a 200 euro per le varietà più particolari. Un’altra pianta molto gettonata è la Stella di Natale, pianta, coltivata in Liguria principalmente nelle serre della Piana d’Albenga savonese, ma anche in provincia di Genova. Nelle serre della Piana si producono annualmente circa 300mila Poinsettie (vero nome della più comune Stella di Natale).

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News