Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 11 Aprile - ore 14.48

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Bar, ristoranti, agriturismi: ok al pranzo al tavolo per 13mila attività

Questa la situazione ligure. Coldiretti: "Boccata d'ossigeno, ma serve sostegno economico".

Zona gialla
Bar, ristoranti, agriturismi: ok al pranzo al tavolo per 13mila attività

Liguria - La Liguria rientra in zona gialla e con essa sono circa 13mila i bar, ristoranti, pizzerie, agriturismi ed ittiturismi che da oggi possono riaprire con il servizio al tavolo a pranzo.
Nelle regioni gialle le attività di ristorazione al tavolo sono comunque consentite solo dalle ore 5,00 alle 18,00 con la possibilità della consegna a domicilio, nonché fino alle ore 22 della ristorazione con asporto. "Con l’avvicinarsi della primavera e dell’inizio della stagione ligure – affermano il presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa – è fondamentale cercare di garantire, a lungo termine, le aperture delle nostre attività di ristorazione, tra cui gli agriturismi e gli ittiturismi. La possibilità di servizio al tavolo per il settore della ristorazione rappresenta un’opportunità per il ritorno alla normalità di molti liguri e un’importante boccata di ossigeno per queste attività che si classificano tra quelle più duramente colpite dalle misure restrittive, dal momento che a livello nazionale hanno di fatto dimezzato il fatturato (-48%) del 2020. Gli effetti della chiusura delle attività di ristorazione si fanno sentire, poi, a cascata, sull’intera filiera agroalimentare Made in Liguria con disdette per le forniture di prodotti che vanno dal vino all’olio, dalla carne al pesce, dalla frutta alla verdura ma anche su salumi e formaggi di alta qualità, eccellenze che trovano nel consumo fuori casa un importante mercato di sbocco".

"Le limitazioni alle attività di impresa - proseguono - devono dunque prevedere un adeguato e immediato sostegno economico lungo tutta la filiera per salvare l’economia e l’occupazione, ma ora serve anche una riflessione sulla possibilità di apertura serale dei ristoranti anche alla luce delle importanti misure di sicurezza adottate, quali il distanziamento dei posti a sedere facilmente verificabile, il numero strettamente limitato e controllabile di accessi, la registrazione dei nominativi di ogni singolo cliente ammesso. Inoltre per i circa 600 agriturismi presenti in Liguria si ricorda che queste sono strutture che dispongono di ampi spazi all’aperto, di un numero ridotto di posti a tavola e a letto, che permettono di assicurare sempre il distanziamento sociale ed evitare assembramenti. Quindi è importante ripartire dal nostro territorio e rimettere in moto, non appena si potrà, anche il turismo, evitando ulteriori chiusure.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News