Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 28 Luglio - ore 09.48

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Scuola in presenza: una priorità. Ma in Liguria è vaccinato 1 docente su 3

Il sottosegretario Costa conferma che per il governo il rientro in classe è un punto centrale. I dati raccolti dal commissario Figliuolo collocano la Regione all'ultimo posto.

I numeri

Liguria - Con gli esami di maturità alle spalle da pochi giorni è già il momento di pensare al momento del rientro in classe. A settembre inizierà il terzo anno scolastico dell'era del coronavirus e dopo le enormi difficoltà patite durante quello appena trascorso (in classe con i banchi a rotelle e fuori con i mezzi di trasporto troppo pieni) si tenta in tutti i modi di evitare il ripetersi di alcuni errori. Ma la strada principale per un ritorno a scuola più sereno è, manco a dirlo, quella dei vaccini.

“La scuola in presenza è un obiettivo primario del Governo”, ha detto questa mattina il sottosegretario alla Sanità, lo spezzino Andrea Costa, ospite di una trasmissione televisiva. “Anche il premier Draghi - ha proseguito - l’ha messo tra le priorità. Dobbiamo riprendere l’anno scolastico in presenza e le condizioni credo che ci siano. Abbiamo 2 mesi davanti per proseguire con la campagna vaccinale. Oggi la percentuale dei giovani è bassa, ma con i 16 milioni di vaccinazioni che possiamo fare al mese c’è tutta la possibilità di ampliare la platea dei giovani. Dobbiamo monitorare e valutare, ma con un atteggiamento di prudenza e non dobbiamo trasformare la prudenza in paura. I dati ci dicono che sui cittadini vaccinati la variante Delta è meno aggressiva e raramente provoca ospedalizzazioni. Il vaccino reagisce positivamente e possiamo guardare al futuro con ottimismo. Oggi considerato il numero dei contagi possiamo migliorare il tracciamento e circoscrivere le criticità”.

Bisogna fare presto, dunque, soprattutto in Liguria. La struttura commissariale guidata dal generale Francesco Figliuolo ha infatti elaborato i dati relativi alle vaccinazioni del personale scolastico e l'ultima piazza spetta proprio alla Liguria. Su una platea di 31.149 individui coloro che hanno ricevuto la seconda dose (o il vaccino J&J in unica dose) sono 11.375, pari al 37,77 per cento del totale. Si tratta del dato peggiore d'Italia, decisamente inferiore al 49,36 per cento della Sicilia o al 50,28 della Provincia autonoma di Bolzano e alla media nazionale del 72,86 per cento. Dai primi di maggio a oggi si sarebbe dovuto fare di più. Il tempo per recuperare c'è, nei prossimi giorni il commissario Figliuolo scriverà alle Regioni e chiederà loro di sfruttarlo al massimo per consentire il rientro a scuola in presenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News