Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 30 Luglio - ore 17.57

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

L'indice Rt della Liguria aumenta ma la pressione ospedaliera resta bassa

Il direttore generale di Alisa Ansaldi: "Ce lo aspettavamo ora dobbiamo fare attenzione che non aumentino i ricoveri. Dobbiamo vaccinare di più nella fascia 40-50 anni".

è salito a 1,1

Liguria - Non arrivano notizie confortanti per la Liguria dall'ultimo report settimanale sul Coronavirus dell'Istituto Superiore della Sanità che indica come l'indire Rt della nostra regione sia salito 1,1. Un dato superiore alla media nazionale complessiva che è di 0,91 ma anche a fronte di un'incidenza cumulativa che resta molto bassa dato che sale da 5,3 a 7,8 casi ogni centomila abitanti, bel lontana dunque dai 50 oltre quali scatterebbe la zona gialla. Il rischio ovviamente c'è – così come per molte altre regioni – ma sicuramente non nell'immediato, mentre la pressione sugli ospedali resta bassissima. “A fine giugno abbiamo raggiunto il più basso punto di circolazione del virus – ha spiegato Filippo Ansaldi, direttore generale di Alisa a Genova24 – con tassi di incidenza molto bassi intorno allo 0,6. Ora si registra un'inversione di tendenza che ci aspettavamo, c'è un aumento quantificabile sul 40-50% ma siamo sempre su valori molto contenuti. Di certo – ha aggiunto – c'è un certo impatto del turismo visto che la Liguria aumenta notevolmente la popolazione nei mesi estivi”. L'epidemiologo ha inoltre osservato: “Questa è la prima settimana in cui vediamo un cambiamento così importante quindi dobbiamo fare attenzione che non si verifichi un aumento dei ricoveri”. Così invece sulle vaccinazioni: “Sul totale dei ricoverati due su tre non sono vaccinati mentre solo uno su dieci ha completato il ciclo. Abbiamo buoni dati di copertura sugli over 70 mentre stanno aumentando gli over 60 ma dobbiamo fare di più sulla fascia 40-50 anni in cui abbiamo qualche ricovero. Nelle classi d'età inferiori osserviamo dei buchi e non dobbiamo lasciare che l'aumento della circolazione del virus faccia crescere le ospedalizzazioni”. Così infine sulla variante Delta: “In Liguria la prevalenza è del 30% in linea con i dati nazionali anche se probabilmente avremo un aumento nelle prossime settimane. Per questo – ha concluso – non si può pensare che sia sufficiente una sola dose di vaccino”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News