Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 13 Aprile - ore 09.40

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Circondati da zone arancioni, non diamo nostri dati per acquisiti"

Domani la Liguria torna gialla, l'appello di Toti: "Rispettiamo le regole. Ancora di più".

Verso i 30mila vaccini settimanali

Liguria - “C'è una lieve tendenza al rialzo in tutta Italia, da domani molte regioni diventano arancioni. Noi invece torniamo gialli, segno che abbiamo contenuto il contagio meglio che altrove. Ma continuiamo a stare attenti, perché il virus sta circolando forte, ci sono le varianti – in Liguria quella inglese e un caso di sudafricana. Insomma non possiamo abbassare la guardia nemmeno per un istante”. Parola di Giovanni Toti, presidente della Regione, nella sua diretta video della domenica sera. Domani, come detto, la Liguria tornerà a vestirsi di giallo – eccezion fatta per Ventimigliese e Sanremese, dove la situazione è più difficile –, con riaperture di attività quali ristoranti, bar e musei. Di qui l'appello di Toti: “Mi rivolgo a gestori e cittadini: da domani è bene rispettare le regole con ancora maggior attenzione, perché i dati attuali non possiamo considerarli come acquisiti. Domani regioni come Emilia, Piemonte e Lombardia torneranno arancioni (medesimo colore per la Toscana, ndr), siamo quindi circondati da una fascia arancione. Dobbiamo continuare a osservare le regole anti contagio con rigore, non possiamo dare per scontato nessun risultato”.

Il punto sui vaccini: “Ad oggi in Liguria ne abbiamo somministrati 120.950. Dal 22 al 28 febbraio le somministrazioni sono state 19.997, abbiamo quindi raggiunto l'obbiettivo delle 19mila settimanali. La prossima settimana contiamo di cominciare a farne 20mila e poi, con l'avvio, il 9 marzo, dei vaccini AstraZeneca tramite i medici di famiglia, arriveremo a 30mila la settimana per il mese aprile”.”. Al vaglio di Alisa e Asl1 la possibilità di adottare strategie dedicate per il Ponente, ad esempio anticipando la vaccinazione per alcune categorie, in modo da contenere la diffusione del contagio. “Nel Ponente - ha spiegato Toti - continua la campagna di vaccinazione dei frontalieri, visto il fronte moto caldo a causa della vicinanza con la Francia, con circa mille vaccini eseguiti in due giorni nel ventimigliese. Stiamo lavorando per capire se sia possibile anticipare in questa zona alcune vaccinazioni con siero AstraZeneca, che inizieranno comunque su tutto il territorio regionale, con l’obiettivo di mirarle su questo territorio perché il Distretto sanitario 1 di Ventimiglia e quello di 2 di Sanremo registrano una incidenza del virus superiore a quella del resto della regione e quindi c’è bisogno di intervenire in fretta: il distretto 1 resterà in zona arancione rafforzata, nel distretto 2 arriverà la zona gialla, seppure con scuole e parchi chiuse, ma stiamo monitorando costantemente la situazione, pronti a prendere misure ulteriori se queste dovessero servire”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News