Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Aprile - ore 22.16

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Vade retro "Brumana", a Bergamo per lo Spezia una jella storica

i precedenti con l'atalanta
Stadio Brumana

La Spezia - Davanti ad un pubblico "numeroso e cavalleresco", la peggiore sconfitta della storia dello Spezia Calcio. Era il 4 dicembre del 1932 e si giocava a Bergamo contro l'Atalanta nell'allora stadio "Mario Brumana" (poi Comunale e oggi Gewiss), inaugurato da pochi anni e dedicato ad una camicia nera. E' un 7-0 ancora oggi abbastanza inspiegabile, qualcosa di più di una giornata storta per i ragazzi di Wilheilm Vilmos. Anche perché quel campionato di serie B 32/33 lo Spezia lo avrebbe chiuso da quarto in classifica con 14 punti in più degli orobici, salvati solo da un ripescaggio dopo una stagione di patimenti dopo aver chiuso al penultimo posto in classifica (la Monfalconese fallì in corsa). Giornataccia per Paolo Strati, portiere che aveva iniziato da boxeur nella Pugilistica Spezzina e costante tra i pali di quegli anni.

Trasferta sempre indigesta quella bergamasca per gli aquilotti, che venerdì sera saliranno ai piedi delle Alpi per la settima volta in campionato. I precedenti sono tutti degli anni Trenta e tutti in serie B. Due pareggi per 1-1 (nel 29/30 e nel 31/32) e quattro sconfitte: 2-0, 4-1, 7-0 e 2-1. Se c'è una costante limpidissima in questa serie di amarezza sportive, questa è la sfortuna.
Per ben quattro volte lo Spezia giocò infatti in dieci. Nel 1931 Chiodo costretto ad uscire al 23esimo per infortunio, l'anno dopo Bozzo dovette abbandonare dopo soli 10 minuti, nel 1936 Santillo II rimase in campo per dovere di firma, ma anche lui da infortunato. Nel 1939 succedette di tutto: Ferrari espulso al 40esimo, poi lo Spezia accusa di aver subito il secondo gol dopo il fischio dell'arbitro e infine protesta perché il signor Forni di Trento avrebbe fatto durare la partita qualche minuti in meno dei novanta regolamentari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News