Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Aprile - ore 22.16

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Un messaggio al fischio d'inizio: "La figlia di Sauro Tomà ha Spezia nel cuore"

I discendenti dell'ultimo superstite del Grande Torino, uno spezzino legatissimo alla sua città: "Vicino alla squadra del papà. Speriamo di poter essere presenti al Picco al ritorno".

la testimonianza
Sauro Tomà in maglia Torino e in maglia Spezia

La Spezia - Ora 18.03. All'Olimpico si gioca Torino-Spezia da pochi secondi. Granata contro bianchi, c'è profumo di un calcio d'altri tempi anche solo nei colori delle maglie. Per tutta la settimana la ricerca di un contatto con la famiglia di Sauro Tomà, l'ultimo del Grande Torino, il superstite di Superga. Uno spezzino a Torino, che ha amato la sua città fino all'ultimo giorno di una vita di testimonianza. A quell'ora, con il pallone che rotola sull'erba, arriva il messaggio. Lo firma Vito Paolillo, genero del difensore. E' un messaggio a tutta la città, non può rimanere confinato al privato o al professionale. Lo lasciamo qui con qualche riga di contesto e nessuna di commento.
E' l'abbraccio alla Spezia del signor Vito, della signora Danila, di Chiara e Aurora.
Prezioso, tanto più in un periodo difficile come questo.
No, non è solo uno sport.

"Gent.mo Andrea Bonatti,
mi perdoni disturbarla a pochi minuti da inizio storico incontro tra il Torino e Spezia calcio.
Ma sento il dovere di farlo a nome della figlia dell'unico sopravvissuto di alto profilo della squadra degli Invincibili: il Grande Torino. Si tratta di Danila Amalia Tomà, 71enne, figlia di Sauro Tomà, terzino di quella squadra e riserva di Virgilio Maroso, nato alla Spezia nel 1925 e morto a Torino nel 2018. Mia moglie avrebbe voluto essere vicino alla squadra tanto amata della città del papà, ma la pandemia non glielo ha permesso.
Lei pur tifando come me e le nostre due figlie Toro e sempre Toro, in questa particolarissima circostanza 'da sogno' non può fare a meno di tifare per lo Spezia e sarà vicino alla squadra del papà con tutto il suo cuore!
La prega di voler trasmettere tutto il suo affetto ai Giocatori, Allenatore, Presidente, team e naturalmente tutti i tifosi oltre che naturalmente a Lei.
Forza Spezia, sperando di poter magari esser presenti al Picco per il ritorno!
Con tutta cordialità"

Firmato dottor Vito Paolillo

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News