Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 15 Giugno - ore 20.55

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Riccardo Pecini fra Sampdoria e Spezia

Ferrero potrebbe sceglierlo come diesse al posto di Osti, Ranieri lo porterebbe al Lille. Suo il merito di tanti talenti sconosciuti approdati a Bogliasco ed esplosi a Marassi.

A Tella la scelta
Riccardo Pecini

La Spezia - Lo si è detto tante volte e il tempo non ha cambiato i desideri. Lo Spezia è alla ricerca di un uomo mercato che possa fungere da figura di raccordo tra l’area tecnica presieduta da Andrew Ramsey è l’allenatore Italiano, passando per Stefano Melissano. Non un diesse per come siamo abituati ad immaginarlo ma un profilo dirigenziale in grado di raccordare al calcio italiano una proprietà straniera appena arrivata. Si è detto di Bega e Grammatica, che nella loro carriera non solo hanno scoperto talenti ma che sono abituati ad avere a che fare con una societa internazionale, c’è anche Riccardo Pecini, l’uomo che nella Genova blucerchiata è stato capace di operazioni che hanno fatto la differenza. Classe 1974, Pecini è figlio d’arte visto che ha imparato a bene a scovare talenti dal padre Aldo.

E’ grazie a Pecini junior e la sua fitta rete di osservatori che Ferrero ha accolto a Bogliasco giocatori poco conosciuti che poi sono esplosi con il passare dei mesi. Tanto per fare nomi, sono farina del sacco del dirigente originario di Fivizzano (e residente a Sarzana) le intuizioni di Schick, Andersen, Skriniar, Torreira, Thorsby, l’ultimo colpo in ordine di tempo. Una figura sovrapponibile ai desiderata della famiglia Platek e dell’ad Nishant Tella, l’uomo delle scelte di Via Melara. A Genova giurano sulle sue abilità in forza alle sue plusvalenze-capolavoro, operazioni fatte in campionati meno blasonati e dove la concorrenza degli altri club è meno pressante: ecco perché da tempo si accosta il suo nome allo Spezia, alla ricerca di una figura di questo tipo. Ecco perché Ferrero sembra non volersi privare del suo dirigente pensando ad una promozione da diesse al posto di Osti, evitando la soluzione Faggiano. Una proposta allettante per Pecini che si troverebbe eventualmente a dover decidere se rimanere in blucerchiato con un ruolo più importante oppure pensare ad altre soluzioni: come quella che lo porterebbe n riva al Golfo. Ma nulla è da escludere visto che Ranieri starebbe pensando di accettare la proposta del Lille e portare con sè in Francia sia Osti che lo stesso Pecini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News