Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 05 Agosto - ore 22.46

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Non sarà una Primavera, ma uno Spezia Riserve

Il club con Pecini cambia impostazione per facilitare la simbiosi tra la prima squadra ed i ragazzi in rampa di lancio. Ad allenarla il 32enne turco Tugberk Tanrivermis, che un domani potrebbe sedersi in panchina al Picco.

e follo sta stretto
Tugberk Tanrivermis

La Spezia - Un responsabile delle giovanili arriverà per sostituire Giovanni Invernizzi, ma la sua competenza sarà estesa dall'under 17 in giù. La Primavera rimane svincolata dal discorso, destinata a vivere in simbiosi con la prima squadra per la serie A. Affidata ufficialmente da questo pomeriggio a Tugberk Tanrivermis, 32enne professionista turco che sta bruciando ogni tappa. Basti pensare che a 28 anni aveva già ottenuto il patentino UEFA Pro, che permette di allenare in qualsiasi categoria.
Ancora una volta, la scelta di dare fiducia ad una figura giovanissima da parte del club dei Platek. Tanrivermis proviene dalla Roma con cui ha vinto lo scudetto under15, in queste settimane era stato cercato anche dalla Fiorentina ma lui ha scelto lo Spezia: "Sono rimasto favorevolmente colpito dalla visione e dalle ambizioni dello Spezia. Non vedo l’ora di iniziare questa avventura e di lavorare al massimo alla crescita della Primavera", le parole riportate dal sito ufficiale.

Parla turco, italiano, inglese e tedesco e probabilmente gli serviranno tutte per guidare la sua squadra. All'orizzonte c'è un mercato importante e di respiro internazionale per la Primavera, che sarà appunto una specie di Spezia Riserve. La stessa architettura dirigenziale ne è una diretta conseguenza: Pecini come capo dell'area tecnica, i due allenatori della prima squadra e della Primavera al di sotto e Mattia Biso, da direttore tecnico, come facilitatore nello scambio tra le due entità. Uno scambio che riguarderà sicuramente i calciatori e non solo. Nello Spezia di domani, il tecnico della Primavera che fa bene può aprirsi una via preferenziale per la prima squadra al pari dei giocatori che avrà allevato.
Di conseguenza, il programma a lungo termine contempla l'idea di far lavorare questo Spezia 2 nelle stesse strutture della prima squadra e non più al Ferdeghini. Ecco perché da mesi è stato avviato un ragionamento sul campo comunale di Follo (QUI per approfondire) e su come potenziarlo in vista anche di questa nuova impostazione. I più moderni centri sportivi sono ormai concepiti con spazi modulabili più che su singoli campi ed è questa la necessità che dovrebbe perseguire lo Spezia nel prossimo futuro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News