Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 27 Luglio - ore 14.54

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Lo strappo di Italiano spiazza anche i fedelissimi

La scelta del tecnico di accettare la Fiorentina rischia di avere un primo corollario, ovvero l'indisponibilità dei Platek a trattare la cessione dei pupilli del tecnico ai viola.

allargando il quadro
Erlic e Maggiore

La Spezia - Ogni giorno è buono per il bonifico che libererà Vincenzo Italiano dal suo legame con lo Spezia. Ci sono due modi in cui il club aquilotto può venirne a conoscenza. Trovandosi un versamento di circa 1.8 milioni di euro sul conto della società. Oppure magari ricevendo una telefonata di cortesia che anticipi la banca e annunci l'operazione. Telefonata e versamento dovrebbero avere, a logica, lo stesso mittente: il tecnico stesso. Ma potrebbe anche essere la Fiorentina stessa a palesarsi per avvertire Via Melara di aver messo sotto contratto il tecnico a svincolo avvenuto.
Da quel momento lo Spezia avrà da gestire un vuoto che durerà forse fino al 1° luglio. Allora Riccardo Pecini sarà annunciato come nuovo responsabile dell'area tecnica, potrà parlare da tale e muoversi da tale. Ma non è impossibile che la nomina del nuovo allenatore anticipi addirittura questa formalità. In ogni caso non sembrano esserci all'orizzonte cambi sostanziali nel piano estivo, con la conferma del doppio ritiro tra Prato allo Stelvio (12-25 luglio) e Ronzone (28 luglio-7 agosto).

Chi vede cambiate le proprie prospettive sono i punti fermi di Italiano in queste stagioni. Per Martin Erlic come per Giulio Maggiore, pensare di seguire il tecnico nel prosieguo della carriera non era un'assurdità fino a poco tempo. In un percorso di crescita comune, avrebbero provato a percorrere la stessa strada verso traguardi più importanti della salvezza. La conferma del tecnico in aquilotto aveva spostato al 2022 il ragionamento, a meno di offerte irrinunciabili in arrivo dalla prossima estate.
Lo strappo di Firenze rende invece improbabile che i Platek vogliano sedersi ad un tavolo per un trattativa con il club di Commisso nel prossimo futuro. Diverso il discorso solo per M'Bala Nzola, per cui la via della cessione nelle prossime settimane rimane probabile. Ma provare ad immaginare un Maggiore, spezzino e capitano, che chiede di seguire Italiano in viola mette i brividi. Sarebbe una ferita forse anche più profonda per una piazza che si risveglia disillusa dall'ubriacatura della salvezza. Così ora è soprattutto l'Udinese che potrebbe investire parte del ricavato della cessione di De Paul per l'aquilotto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News