Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 14 Giugno - ore 17.49

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Italiano rimane e lo Spezia non è più la cenerentola della serie A

Contratto firmato nel primo pomeriggio sino al 30 giugno 2023 alle cifre proposte dal club nel pomeriggio di ieri. Dal dopoguerra è il sesto mister a restare per tre anni consecutivi. La conferma del mister è il primo mattone tecnico dell'era Platek.

Fumata bianca
Vincenzo Italiano

La Spezia - Vincenzo Italiano sarà l'allenatore dello Spezia anche per la stagione 2021-22. Il terzo colloquio nel giro di pochi giorni tenuto nel primo pomeriggio di oggi è quello decisivo e sancisce il rinnovato matrimonio tra il tecnico di Ribera e la società di Via Melara: nuovo accordo siglato e unione allungata sino al 30 giugno del 2023. Si è dunque arrivata alla fumata bianca che chiude un capitolo importantissimo, quello dell'allenatore con l'allungamento del contratto in essere, ritocco e bonus per un complessivo attorno al milione di euro. Di fatto sono le cifre proposte ieri pomeriggio che la società bianca aveva già individuato in tempi non sospetti: cifre che allineano il tecnico alle panchine delle società di medio livello della serie A italiana all'inizio di un giugno denso di sliding doors per diversi club di serie A. Fra cicli conclusi e scommesse, rifondazioni e riposizionamenti societari, alla fine dei giochi i cambi di casacca degli allenatori sono e saranno tantissimi. Ma nonostante sondaggi e corteggiamenti, specialmente negli ultimi giorni, non riguarderanno Italiano.

Il nuovo contratto siglato in sede alla presenza dell'avvocato Francesco Caliandro vale dunque la permanenza di un tecnico vincente, che ha colpito la proprietà non soltanto per i risultati che hanno permesso di mantenere la massima categoria ma anche per le prestazioni della squadra. Match che hanno fatto divertire e, aspetto non banale, hanno permesso di aumentare il valore di quasi tutti i componenti della rosa: un piccolo grande capolavoro sportivo. Per lo Spezia americano quello di oggi è il primo vero mattone della creatura che sarà assemblata in corso d'opera dalla famiglia Platek e lo staff, ma anche dallo stesso Italiano che avrà voce in capitolo diretta sulle scelte tecniche. Un contratto di questa portata, da inquadrare insieme alle notizie di investimenti, pesanti, rese ufficiali a metà maggio dalla società sullo stadio Alberto Picco, suggerisce inoltre un elemento significativo proprio all'inizio di questa nuova annata: sono due mosse di valore assoluto, fatte in ambiti differenti che vanno viste come degli up-grade tangibili e che tolgono allo Spezia l'appellativo di cenerentola della serie A, che si era portata dietro per tutta la scorsa stagione da esordiente.

Ora il focus degli investimenti si sposta sul budget da impiegare per rinforzare la squadra e gestire le eventuali conferme con Stefano Melissano, braccio destro di Meluso e rimasto nel club anche dopo la dipartita del diesse calabrese, molto operativo: va detto che in Danimarca Platek ha già fatto sapere di volere aumentare gli investimenti sportivi del 25% mentre sulle rive del Golfo la conferma del tecnico con aumento considerevole dello stipendio è un tassello da cui ripartire con fiducia. Per Italiano dunque terzo anno consecutivo sulla panchina aquilotta, una contuinità tecnica che da queste parti si è vista rare volte dal Dopoguerra: Corradi fra il 1973 e il 1975, Sonetti tra il 1976 e il 1978, Carpanesi tra il 1987 e l'89, Mandorlini tra il 1999 e il 2001, Soda tra il 2005 e il 2007. Ancora in maglia bianca per stupire tutti e compiere un ulteriore passo avanti nel processo di crescita dopo una carriera ancora breve ma già piena di obiettivi raggiunti: si riparte dai 100 punti in due stagioni e da un cammino fino ad oggi fatto di 86 partite, fra campionato e Coppa Italia, condensato in 32 vittorie, 22 pareggi e 32 sconfitte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News