Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 21 Aprile - ore 22.27

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Italiano avverte: "Il Parma avrà il coltello tra i denti"

Il tecnico aquilotto: "Dovremo averlo anche noi. Non esistono ultime spiagge, ci sono quindici partite e tanti punti ancora da giocare. Abbondanza in attacco? Tutti serviranno da qui alla fine".

le parole della vigilia
Vincenzo Italiano

La Spezia - "Lo Spezia deve andare in campo per fare la prestazione. Senza la prestazione, i risultati non arrivano. Tutti dovranno essere all'altezza della situazione perché quando siamo concentrati in undici siamo capaci di grandi cose. Ho detto ai ragazzi che non esistono ultime spiagge o partite fondamentali. Ci sono solo gare da cercare di vincere, da affrontare nel modo giusto. Mancano 15 partite e tanti punti da giocare". Ecco Vincenzo Italiano prima di Spezia-Parma. Match che per gli ospiti significa quasi tutto e che per i bianchi significa molto visto che è il primo di una serie di scontri diretti casalinghi che si concluderà a fine marzo.

Sugli avversari. "Il Parma ha chiaramente la necessità di cambiare la propria classifica. Ogni partita è come una finale per loro, da giocare con il coltello tra i denti. Ma lo stesso dobbiamo fare noi, perché da qui alla fine della stagione può accadere qualsiasi cosa. Tutte le squadre sono di livello superiore rispetto a noi sulla carta, dobbiamo scendere in campo con il timore di non essere all'altezza della situazione. Se facciamo questo, possiamo mettere in difficoltà anche un Parma che è composta da grandi calciatori, che conoscono bene la categoria e che se giocano in fiducia possono battere chiunque".
Difesa e contropiede, lo Spezia lo soffre. "E' una caratteristica che hanno tante squadre. Il Parma ha elementi veloci come Karamoh e Mihaila. E' un aspetto da curare, sappiamo di non dover sprecare palloni e sbagliare il meno possibile in zona in cui ogni errore può essere sanguinoso. Vale per ogni partita".

Sull'umore dello spogliatoio. "Non sentiamo particolare pressione. L'unica cosa a cui abbiamo pensato in settimana è fare meglio rispetto a Firenze, visto che nel secondo tempo non siamo stati all'altezza della situazione. Vogliamo evitare lo stesso errore".
Agudelo, Nzola, Piccoli, Galabinov... "In questo momento è stato importante recuperare tutti. Abbiamo tanta abbondanza e caratteristiche diverse a disposizione. Abbiamo scoperto che Agudelo sa fare bene il centravanti, cosa che nessuno si aspettava e che lo rende felice. Anche Nzola può essere utilizzato in varie parti dell'attacco. Ben vengano i recuperi di tutti, più frecce al nostro arco. Tutti dovranno farsi trovare pronti e dare il massimo quando saranno chiamati in causa. In queste 15 partite ci sarà bisogno di tutti".

Lo Spezia soffre contro chi lo lascia giocare. "Dobbiamo fare la gara quando è possibile e difendersi quando è il momento. Se hai davanti una squadra più forte di te, devi saperti gestire. Dobbiamo adeguarci a qualsiasi situazione, come abbiamo visto a Torino per esempio. Serve intelligenza tattica e la capacità di cambiare strategia in corso d'opera. Se saremo bravi creeremo tante palle gol e nel concederemo poche, sennò dovremo farci trovare pronti a cambiare pelle a seconda di come va la partita".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News