Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 22 Aprile - ore 12.04

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Italiano: "Pronostico avverso, cercheremo di mettere in campo le nostre qualità"

Domani lo Spezia cala allo Juventus Stadium contro i campioni di Pirlo, il tecnico si appella ai suoi giocatori: "Pensare unicamente ad esser all'altezza delle prestazioni. Due mesi e mezzo, 14 partite in cui dobbiamo sbagliare il meno possibile".

il pre-partita
Mister Italiano in conferenza stampa

La Spezia - "Soltanto due giorni per preparare una delle gare più difficili ed è chiaro che non è semplice però come è capitato altre volte bisogna adeguarci. Con un unico allenamento vero dobbiamo lavorare su tutti i fronti, studiare come comportarci quando abbiamo la palla, quando ce l'hanno loro. Sapendo che il pronostico non è dalla nostra parte, cercheremo come sempre di uscire a testa alta, mettendo in campo le nostre qualità". Soltanto quarantotto ore per prepare la sfida alla Juventus Campione d'Italia, in programma domani sera a Torino nella tana della Vecchia Signora. E' uno Spezia che non vuole partire come vittima sacrificale ma che sa bene il gradiente di difficoltà massima che la partita si porta appresso. Basta guardare i tanti campioni a disposizione di Pirlo, basta pensare a come andò la sfida di andata quando gli aquilotti riuscirono per un tempo a tenere testa a Dybala e compagni, prima dell'ingresso di Cristiano Ronaldo.

Ma, Juve a parte, il discorso si amplia e il nastro si riavvolge al fischio d'inizio di Spezia-Parma e ad un primo tempo in cui i bianchi ci hanno capito poco, quasi niente, se escludiamo il gol di Maggiore, annullato dal Var e un bel triangolo in velocità con conclusione finale di Verde sui pugni di Sepe. E così a proposito dei possibili condizionamenti di classifica, sull'ansia da prestazione con le squadre di pari rango, Italiano fa lo psicologo: "Penso che in questo momento le partite siano ancora tante. Il primo tempo col Parma non è dovuto a fattori psicologici o di preoccupazione: i ragazzi non sono stati bravi a mettere in difficoltà l'avversario, cosa avvenuta invece nel secondo tempo. Chiedo loro soltanto una cosa: pensare unicamente ad esser all'altezza delle prestazioni. Di fronte abbiamo due mesi e mezzo, 14 partite in cui dobbiamo sbagliare il meno possibile, pensando soltanto a quello che avviene in campo: non alla classifica, ai punti, alle altre. La qualità paga sempre". A Torino senza Saponara, ma con Marchizza di nuovo in gruppo e finalmente una buona dose di alternative: "Mi dispiace per Saponara, non è un bell'infortunio. Mi dispiace perchè si era inserito benissimo, speriamo di averlo al più presto. I ragazzi che sono stati fuori, stanno crescendo: Nzola, Farias, Terzi, in particolare. Siamo in tanti e dobbiamo pensare di squadra. Stesso sprito fino alla fine, sono convinto che tutti insieme possiamo lavorare per poi gioire. Ma è ancora lunga, restare uniti è fondamentale".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






FOTOGALLERY




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News