Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 08 Maggio - ore 21.40

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Il calendario può essere d'aiuto, ma va aggredito

Scontri diretti e favore e Benevento-Cagliari tra due domeniche: è il momento di approfittarne. Arrivare in bilico alle ultime due giornate sarebbe invece un grande rischio: il Benevento avrà Crotone e Torino.

padroni del proprio destino
Esultanza

La Spezia - Le possibilità di chiudere i conti in anticipo con il campionato si riducono ormai al lumicino. Non è tanto lo Spezia ad aver sprecato l'occasione di mettere la zampata finale alla lotta salvezza, visto che per ora il passo degli aquilotti è costante: un punto a partita. Ci ha pensato il Cagliari in grande rimonta ad alzare la quota salvezza e quindi protrarre la fatica degli aquilotti. I quali hanno ancora dalla loro un calendario sostanzialmente favorevole sulle dirette concorrenti, a patto però di non aspettare troppo a fare quei punti che garantirebbero una sostanziale tranquillità.
Quanti ne servono? Per sperare di farcela il minimo sindacale è 4, ovvero una vittoria ed un pareggio nelle ultime cinque partite. In questo caso però sarebbe una scommessa sulla scarsa resa di qualcuna delle inseguitrici. Con 5 le possibilità di giocare ancora in serie A la prossima stagione crescono notevolmente. Con 6 si dorme quasi tra due guanciali, nel senso che si obbligano le altre a fare almeno un risultato clamoroso. Il Benevento dovrebbe battere in trasferta una tra Milan o Atalanta, per capirci, oltre a fare bene tutto il resto.

Un paio di fattori giocano a favore della squadra di Vincenzo Italiano, ad oggi in proiezione lanciata proprio tra 38 e 40 punti finali. Il terzultimo posto è salito a quota 31 ed è oggi un trilocale per Cagliari, Benevento e Torino. I granata però hanno ben due partite in meno, sebbene non semplici. Stasera chiudono il turno contro il Napoli e dovranno recuperare il match contro la Lazio, rimandato a causa del Covid. La corsa va fatta al momento quindi sulle prime due, contro cui lo Spezia ha il vantaggio non indifferente di avere gli scontri diretti a favore. Una vittoria ed un pareggio contro entrambe: questo significa che in caso di arrivo a pari punti sarebbero i bianchi a prevalere. A maggior ragione in caso si chiudesse in gruppo, ipotesi che ad oggi non può essere esclusa.
Secondo fattore che dona fiducia è il calendario, che tra due domeniche presenta proprio Benevento-Cagliari. Questo significa che, se gli aquilotti hanno 15 punti da giocarsi da qui alla fine, le altre due ne hanno 13 a testa oppure 15 e 12 a seconda di come finirà lo scontro diretto. Da notare che all'andata fu la squadra di Filippo Inzaghi ad espugnare la Sardegna Arena per 1-2. Questo obbliga i rossoblù a vincere e a farlo magari con due gol di scarto per mettersi in vantaggio nella classifica avulsa. Il gioco degli scontri diretti offre peraltro almeno un altro incrocio interessante, parliamo di Cagliari-Fiorentina della giornata successiva.

Le prossime tre giornate sono le più propizie per portare lo scatto decisivo. Non ci sono avversari facili all'orizzonte - Verona e Sampdoria fuori, Napoli in casa -, ma lo Spezia continua ad essere una squadra che gioca meglio con le "grandi". Per capire in che modo agisca la classifica avulsa, ad oggi arrivare alla penultima a +5 di vantaggio (oggi è +2) nei confronti di una tra Cagliari e Benevento significherebbe essere ad un pareggio di distanza dalla salvezza matematica.
Le ultime due giornate sono difficili da decifrare, ma decisamente meno comode per Maggiore e compagni. Il Benevento trova un Crotone che sarà già retrocesso (anche se non pare in vena di regali) e poi un Torino che invece potrebbe già essere salvo. Il Cagliari avrà il Milan e poi un Genoa già in vacanza. Lo Spezia ha la fortuna di chiudere con una doppietta in casa: Torino e poi Roma. E c'è già chi spera che i giallorossi arrivino in finale di Europa League, che si giocherebbe pochi giorni dopo il passaggio dal Picco. Fonseca ha dimostrato ieri di dare priorità alla coppa, schierando contro il Cagliari una formazione ampiamente rimaneggiata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News