Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 30 Luglio - ore 17.57

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ceccaroni in A da leader, ceduto per 200mila euro

Capradossi non lo ha fatto rimpiangere, ma il lericino è cresciuto moltissimo dopo che lo Spezia ha deciso di privarsene. Oggi è il punto fermo del Venezia di Zanetti.

l'affare l'ha fatto il venezia
Ceccaroni con il sindaco Paoletti

La Spezia - La Generazione Ferdeghini si ritrova in serie A. Della Primavera di Fabio Gallo edizione 2014/15 mancava in pratica solo lui, Pietro Ceccaroni. Classe 1995, il più "anziano" del gruppo di spezzini che macinava chilometri sul sintetico fresco di posa del nuovo centro sportivo delle giovanili. Inaugurato nella primavera del 2013 alla presenza del presidente del Coni, Giovanni Malagò, e di un nutrito gruppo di alti papaveri del calcio italiano. Ha visto crescere una nidiata di ragazzi con qualità e tenacia.

Che Giulio Maggiore, il più giovane, potesse arrivare fino alla massima serie si diceva già allora. Qualche dubbio solo sull'aspetto fisico, che fortunatamente non è stato poi forzato su masse non adatte al suo tipo di gioco. Provate ad analizzare il suo impiego ed in parallelo il suo rendimento nell'ultima parte dello scorso campionato. Italiano lo ha mandato in campo praticamente sempre a dispetto degli impegni ravvicinati con rese altissime. Leggero forse, ma di fibra resistentissima.
Luca Vignali e Simone Bastoni sono l'elogio della costanza. Il primo tutta vissuta in casa, a parte quel mezzo campionato in prestito in Reggio Emilia che sembrava preambolo della rottura. Giocarsi il posto ogni anno, conquistarselo spesso e volentieri. Anche in serie A. Il mancino ha girato parecchio, fatto tanta serie C. Alla fine ha insistito lui per rimanere pur sapendo di venire dietro a Marchizza e Ramos nelle gerarchie. Facevano entrambi le mezzale sei anni fa, ora si ritrovano terzini in massima serie.

Li raggiunge Ceccaroni dal prossimo anno. Nel 2019, quando ritornò Guido Angelozzi come direttore generale dell'area tecnica, fu messo in lista di cessione. Prestito al Venezia con diritto di riscatto e controriscatto. Era considerato difensore centrale da linea a tre e Pasquale Marino avrebbe giocato a quattro. Certo Capradossi, arrivato al suo posto, non ha creato rimpianti. Ma alla fine l'affare lo ha fatto il Venezia, che a fine stagione potè riscattarlo per 200mila euro senza che lo Spezia facesse scattare la clausola per riprenderselo.
E' cresciuto moltissimo, con Dionisi prima e con Zanetti poi. Oggi gioca nella difesa a quattro ed è stato il calciatore di movimento più utilizzato della scorsa serie B. Gli hanno risparmiato solo l'ultima della stagione regolare contro il Cittadella per farlo riposare, ma le altre le ha giocate tutte: 42 partite e solo cinque ammonizioni. Facile prevedere il Venezia ripartirà da lui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News