Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 28 Luglio - ore 10.20

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Cantiere Spezia, servono tra dieci e dodici acquisti

Un centrale d'esperienza, due terzini, un vice Sena e tre mezzali, una punta e almeno due ali. Bastoni attende il rinnovo, lo Spezia vuole cambiare il meno possibile ma la rosa è corta.

il punto
Riccardo Pecini

La Spezia - Tolti i primavera, tolti i calciatori destinati al prestito, tolti i doppioni, il resto è tutto lavoro per Riccardo Pecini. Un lavoro piuttosto corposo, con la variabile di quegli elementi che hanno mercato e che potrebbero essere oggetto di offerte. Lo Spezia che domani parte per Prato allo Stelvio assomiglia poco o pochissimo a quello che si presenterà al nastro di partenza della serie A 21/22. Ma forse questo assomiglierà molto a quello della stagione 22/23. Dipende dal lavoro che si riuscirà a fare in estate, con un budget per il monte ingaggi che è destinato ad essere decisamente più alto rispetto a quello dell'ultimo anno di Volpi.

Intanto nel gruppo di domani vi sono tre portieri - Krapikas, Zoet e Provedel - di cui potrebbe rimanere uno solo. Per il lituano si cercherà probabilmente una soluzione in prestito, mentre gli altri due partono ad oggi per giocarsi la maglia da titolare. Motta, proprio come il suo predecessore, apprezza un numero uno che sia sicuro con i piedi come Provedel. Ma l'olandese, per esperienza e carisma, svetta sopra gli altri.

In difesa c'è la volontà di trattenere la premiata coppia Erlic-Ismajli, spesso titolare in passato. Capradossi è pronto a misurarsi stabilmente con la serie A, mentre Hristov sarà valutato dal tecnico. Per lui la strada è di rimanere inizialmente ed eventualmente fare il punto a gennaio. Probabile l'ingresso di un uomo d'esperienza tra i centrali.
A sinistra sia Colombini che Ramos potrebbero finire sul mercato, mentre per Bastoni è necessario parlare di rinnovo (scadenza attuale il 2022) per poter pensare di trattenerlo. Almeno un ingresso è previsto, così come sull'altra fascia. Sala è stato reintegrato dopo la rottura con Italiano ma dovrebbe partire, insieme a lui uno tra Vignali e Ferrer.

A centrocampo i numeri sono davvero risicati. Figoli è destinato al prestito e con tutta probabilità anche Bordin. Leo Sena è la certezza (in attesa di tampone negativo...), c'è la volontà di trattenere Maggiore ma conterà anche la volontà del calciatore. Se sarà 4-3-3, come sembra, ci sono da attendersi almeno quattro innesti: un regista basso e tre mezzali.
Anche in attacco ci sarà molto da lavorare. Qui è Gyasi il vero punto fermo, mentre su Verde, caratteristiche diverse rispetto al ghanese, sarà l'occhio di Motta a decidere. Unico centravanti a disposizione ad oggi è Nzola. Almeno due ali ed una punta sono da attendere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News