Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 02 Agosto - ore 22.56

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

“Stupiti, i Platek informati dei fatti”, la nota della Social Sport

la replica dell'ex proprietà
Gabriele Volpi

La Spezia - “Stichting Social Sport aveva fornito la documentazione relativa al procedimento Fifa già nel dicembre 2020 all’attuale proprietà dello Spezia, che aveva incaricato i propri specialisti di svolgere la relativa due diligence. Quanto agli sviluppi successivi della vicenda, dal febbraio 2021 in avanti, questi sono stati gestiti interamente dalla nuova proprietà, che ha preso scelte autonome, senza alcun coinvolgimento di Stichting Social Sport nelle proprie decisioni e nella relativa strategia difensiva”. Accomunati dallo stupore per la mano pesante usata dalla Fifa nei confronti dello Spezia calcio, ma inevitabilmente divisi tutte le considerazioni a latere. Il gruppo Volpi torna a farsi sentire dopo qualche mese di logico silenzio succeduto alla cessione del club alla famiglia Platek. Lo fa provando a tracciare un solco tra la propria gestione e quella condotta dagli americani da febbraio 2021 in poi.

“Stichting Social Sport respinge con assoluta fermezza qualsiasi allusione da parte dello Spezia Calcio ad una carente informativa nei confronti della nuova proprietà”, recita una nota mandata questo pomeriggio alle redazioni. Nondimeno “ha accolto con stupore la decisione emessa dalla Commissione Disciplinare della FIFA, a carico dello Spezia Calcio, in relazione a presunte irregolarità nel tesseramento di giocatori provenienti da Paesi esteri”. “La vicenda - si ricorda nel comunicato stampa - si è conclusa in sede di giustizia ordinaria con l’archiviazione di tutte le posizioni degli allora dirigenti e responsabili dello Spezia Calcio riconducibili a Stichting Social Sport. In sede di giustizia sportiva italiana, lo Spezia Calcio ha vinto contro tutti i ricorsi promossi dalle altre squadre (in relazione alla stessa vicenda), il Presidente Stefano Chisoli era stato prosciolto e la società Spezia Calcio ha patteggiato (al solo fine di chiudere il contenzioso) per l’importo di euro 60 mila senza ammissione di responsabilità. Archiviazione e proscioglimenti che testimoniano l’assoluta correttezza delle pratiche seguite dalla precedente proprietà dello Spezia Calcio, in questa vicenda”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News