Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 22 Aprile - ore 22.10

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Ricci vuole rimanere qui, rinnoveremo con Bastoni"

Mauro Meluso durante il videoforum con CDS: "Con la vecchia proprietà c'era differenza tra domanda e offerta". Erlic blindato al 2024: "Così si patrimonializza il club".

la strategia
Mauro Meluso

La Spezia - "Per il rinnovo di Matteo Ricci c'è stato un rallentamento, perché c'è stata differenza tra domanda ed offerta. Non abbiamo trovato un accordo secondo i parametri d'azione della vecchia proprietà. Tale è rimasta perché c'è stato il passaggio di società. Ad oggi è la priorità di questa società, i nuovi proprietari conoscono questo aspetto. Vedremo gli sviluppi". Il direttore generale dell'area tecnica aquilotta, Mauro Meluso, fa il punto su un tema che è tornato di grandissima attualità negli scorsi giorni. Il regista aquilotto ha un accordo in scadenza a giugno con il club di Via Melara e la chiamata nella nazionale maggiore di Roberto Mancini ha già mosso le prime voci di mercato. "La volontà dl calciatore è quella di rimanere nella società che lo ha valorizzato, lo ha cullato. E' un'impellenza".

Tanto è stato fatto per patrimonializzare il club in questi mesi di lavoro, che Meluso definisce il core business di un club calcistico. "Chiaramente appena sono arrivato la priorità è stata costruire la squadra per la serie A. Ma da subito, da quando mi sono insediato, mi sono accorto del fatto che ci fossero calciatori che andavano a scadenza. Parlo di Gyasi, dello stesso Ricci, Galabinov, Terzi, Acampora e Bastoni. Non si poteva affrontare la serie A con dei 1994 con contratto così breve".
"Sono partito da Gyasi e abbiamo subito trovato un accordo. Acampora merita un discorso a parte. Galabinov e Terzi, avendo un'età maggiore, si possono gestire diversamente". Per quanto riguarda Simone Bastoni, autore di una stagione oltre ogni aspettativa, anche in questo caso l'idea del direttore è adeguare il contratto e prolungarlo. "E' in scadenza nel 2022 ed è una situazione da prendere in mano oggi". Martin Erlic è invece blindato fino al 2024. "Lo riteniamo un calciatore importante in prospettiva futura, è stato rinnovato sotto la ma gestione con un quadriennale quando aveva ancora solo due anni".

Il punto è che, a fronte di un contratto lungo, anche la stessa capacità negoziale del club cedente aumenta. "Se una società si avvicina per acquistarlo, usando un termine improprio perché si acquistano i diritti contrattuali in verità, conta che un calciatore abbia fatto bene e quanti anni di contratto ha".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






FOTOGALLERY




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News