Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Aprile - ore 21.50

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Rifiuti abbandonati nei boschi, Europa Verde chiede un cambio di passo al centrodestra

Lo sversamento nel bosco

La Spezia - "Ieri, secondo notizie di stampa, le guardie zoofile avrebbero trovato nei boschi spezzini l'ennesima discarica abusiva. A questa grave situazione, a cui si potrebbe porre rimedio solo attraverso la ricostituzione dei corpi di polizia provinciale, oggi Europa Verde Liguria vuole porre alla destra regionale e spezzina di governo (compresi quindi Toti, Giampedrone e Medusei) alcune domande". Lo afferma in una nota Europa Verde Liguria, facendo riferimento a quanto riportato da CDS qui.

"Potremmo avere notizie sul procedimento a cui è giunta la vicenda dell'isola Palmaria, visto il completo silenzio calato da destra sulla vicenda? Potremmo sapere come si intenda procedere sulle aree Enel, se si intenda convocare il tavolo provinciale per bloccare l'assurdo progetto di passare interamente a metano e spostarsi eventualmente a rinnovabili e idrogeno, magari chiedendo un formale no regionale alla proposta di continuare a gas? Potremmo sapere come si pensi di dare spazio ai murati vivi di Maricola e soprattutto come si pensi di affrontare la vicenda delle aree dell' arsenale e della loro bonifica? Potremmo sapere come si pensa di fare il punto sulla vicenda dell'area di Pitelli su cui bisognerebbe fare finalmente completa evidenza e chiarezza? Le nostre - prosegue Europa Verde Liguria - sono solo alcune domande rivolte alla destra ma anche ad un centrosinistra diviso, assente e quasi inerte per costruire una reale alternativa in un territorio, che ha visto purtroppo pure vicende come il taglio degli alberi di Bocca di Magra, la vicenda per ora bloccata dei condomini nei resti della piana coltivata di Migliarina e la vicenda del tentativo di vendita di un tratto di pubblica via a Porto Venere. Insomma occorre uno scatto di responsabilità e buon senso per considerare il Golfo spezzino come quello dei Poeti e non quello delle bonifiche rimandate e dell'inquinamento persistente".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News