Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 27 Luglio - ore 13.57

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Oss, Tosi e Ugolini: "Salvare 158 posti di lavoro costituendo la società in-house"

M5S
Tosi e Ugolini

La Spezia - "Se la sono raccontata fino alla fine e hanno tirato dritto per la loro strada, dando poi il via a un concorso iniquo per gli Oss di Coopservice. Come M5S ci siamo sempre battuti per osteggiare quel concorso in particolare e in generale per tutelare i lavoratori beffati: l’aver contestualmente spinto per ulteriori assunzioni in Asl 5 non ha affatto distrutto il lavoro fatto dal nostro gruppo nella passata legislatura. Anzi!”, ricorda il consigliere regionale del M5S Paolo Ugolini.

“La strada della società in-house – spiega il capogruppo regionale del M5S Fabio Tosi -, era e resta ottimale nonostante l'opposizione dell'allora assessore alla Sanità, che l’ha più volte rifiutata con sdegno o con pseudospiegazioni tecniche (tra cui l’incostituzionalità), come se non si potesse assolutamente fare. Ma non era vero allora (ricordo la sentenza della Corte di Cassazione a Sezioni Unite, la numero 3621 del 2018, che consente l'assunzione diretta dei lavoratori senza istituire un concorso pubblico) e non lo è oggi”.

“Nei giorni scorsi, infatti, anche la Corte costituzionale ha eliminato ogni dubbio di illegittimità sulla legge regionale che prevedeva la costituzione di società in-house in ambito sanitario in cui far confluire i 158 Oss di Coopservice in servizio nello spezzino – continua Ugolini -. Quella soluzione, che in tanti cercano di far propria, era stata proposta dal MoVimento 5 Stelle Liguria e avrebbe consentito fin da subito di assumere tutti gli operatori sociosanitari dell'Asl 5: in merito, dopo mesi di battaglie, a dicembre del 2019 venne infatti votato un nostro Ordine del giorno".

“Ora, basta meline: Regione incontri quanto prima i sindacati e riconosca che ci sono i presupposti legislativi per mettere in atto la legge approvata all'unanimità nel dicembre del 2019”, concludono i pentastellati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News