Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 12 Aprile - ore 22.16

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Melley e Centi: “Quattro proposte per un vero cambio di passo nelle vaccinazioni alla Spezia”

Vaccino

La Spezia - “Incrementare il personale sanitario; un altro polo di vaccinazione in città; una lista di “riservisti” realmente funzionante; potenziamento della vaccinazione a domicilio; queste sono i le nostre proposte per migliorare la campana di vaccinazione che sottoponiamo alla Regione, all’Asl ed al Sindaco della Spezia. Da tempo chiediamo un cambio di passo; non tutti i problemi sono dipesi dalla disponibilità dei vaccini. Organizzazione carente sin dall’inizio, sistema di prenotazione per gli ultra ottantenni e per le persone ultra fragili sconclusionato, coinvolgimento maldestro e tardivo dei medici di famiglia: sono questi i tratti distintivi che hanno caratterizzato la campagna di vaccinazione nel nostro Comune.” Così Guido Melley e Roberto Centi, consiglieri comunali di LeAli a Spezia/Lista Sansa. “Proponiamo quindi: un bando straordinario di reclutamento sanitario di medici ed infermieri, personale da dedicare in questi mesi alle attività vaccinali sul campo e successivamente da integrare negli organici della sanità spezzina da anni sotto dimensionati, come denunciato più volte dalle organizzazioni sindacali; un altro polo di vaccinazione in città oltre alla struttura ex Fitram al Canaletto; le soluzioni sul nostro territorio non mancano, specie nella zona nord della città, a partire dalle strutture della MM come la parte del Falcomatà, oppure la stessa Maricentro; ottimizzare il sistema delle “liste di riserva”, con elenchi di nominativi di persone segnalate dai servizi Asl o dagli stessi medici di famiglia e persone dedite all'assistenza di anziani e fragili, pronte per essere vaccinate al posto di persone che rinunciano alle prenotazioni effettuate in precedenza. Al momento la procedura attivata da Asl è a dir poco lacunosa e non non possiamo permetterci di disperdere nessuna dosa di vaccino utile.
Infine, l’Asl deve potenziare il servizio di vaccinazione a domicilio rivolto alle persone non autosufficienti e non in grado di spostarsi dalla propria abitazione, che rappresentano la parte più fragile della popolazione”, concludono Melley e Centi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News