Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 15 Giugno - ore 20.13

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Enel, Raffaelli: "Toti e Peracchini smettano di giocare con la fiducia dei cittadini"

Centrale "Eugenio Montale" di Enel

La Spezia - “L’Onorevole, nonché Assessore Comunale, di Cambiamo, Manuela Gagliardi, ha detto che non c’è stata nessuna risposta chiara e definitiva, da parte del Ministero della Transizione Ecologica, alla sua interrogazione, per conoscere i tempi della chiusura della centrale a carbone della Spezia. Veramente la risposta è chiarissima, sopratutto in alcune parti, come si può leggere dalle dichiarazioni della Sottosegretaria leghista Gavia, prese direttamente sul sito della Camera dei Deputati". Lo afferma il capogruppo Pd Marco Raffaelli che in merito prosegue: "È che è molto difficile ora per il centrodestra, per Cambiamo, e per Toti,verso cui l’Onorevole, il Sindaco Peracchini e molti della Maggioranza in Comune, tengono rapporti di sudditanza a scapito degli interessi del loro territorio, pubblicare ed ammettere quello che è stato confermato. In un passaggio della risposta, rivela infatti il Governo, che: “Sono state adottate dal Ministero della Transizione ecologica decisioni di Via favorevoli, per alcuni nuovi impianti di generazione a gas nella zona Nord, che consentiranno di giungere in tempi brevi alla loro autorizzazione da parte dello stesso ministero, previa intesa della Regione interessata, e quindi all’avvio dei lavori di costruzione.” Attenzione: previa intesa della Regione interessata.
È caduto definitivamente il velo e le bugie di Peracchini, Gagliardi, Giampedrone e Toti e compagnia bella, in merito ai poteri che la Regione ha, sulla partita della realizzazione della nuova centrale a turbogas, che Enel ha presentato al Ministero".
"Noi lo abbiamo sempre saputo, e denunciato. Cercando di impegnare in questi anni l’Amministrazione a chiedere alla Regione di negare l’intesa per ostacolare l’approvazione dell’iter. Hanno sempre fatto spallucce, dicendo - e finalmente oggi si può dire: mentendo -, che quel tipo di parere non aveva alcun vincolo, ed arrivava a posteriori delle autorizzazioni. Non è così. Lo chiarisce una volta per tutte la Sottosegretaria, peraltro leghista. Questa settimana abbiamo presentato come Partito Democratico un progetto di centrale elettrica alternativo al turbogas, per una produzione completamente a fonti rinnovabili. Un lavoro importante, che fino ad oggi è mancato, anche per un certo immobilismo di chi governa. Da qui si può ripartire per ridiscutere tutto, dando così alla città un futuro diverso e garantendo la salute degli spezzini. Ma, prima di tutto, Regione Liguria neghi l’intesa verso il progetto del turbogas! Ora basta! Peracchini e Toti smettano di giocare con la fiducia e l’onestà dei cittadini".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News