Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 29 Luglio - ore 22.29

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Caso Egitto, Rifondazione: "Pucciarelli è al governo e deve rispondere"

La nota di Via Lunigiana: "L'Italia non può commerciare armi con paesi che non rispettano i diritti più elementari".

nessuna ossessione nei suoi confronti
Un'immagine de Il Cairo

La Spezia - "La replica della Lega a Rifondazione sul caso del militare egiziano fuggito da Spezia dopo l'accusa di violenza sessuale è a dir poco ridicola. La classica toppa peggiore del buco. Con abile mossa da campionessa di slalom la sottosegretaria alla Difesa, tramite la sua portavoce, fa demandare la bollente pratica ad un altro ministero, quello degli Esteri. Davvero un bel modo di assumersi le responsabilità di governo che ovviamente tace, ministro Guerini, targato Pd, compreso". Così la segreteria provinciale di Rifondazione Comunista La Spezia controreplica sul caso del momento: "Noi intendiamo tranquillizzare la stessa senatrice: la federazione provinciale Prc non ha "un'ossessione" nei suoi confronti. E' lei che rappresenta la Lega, il governo Draghi e pure la cittadinanza spezzina, essendo stata eletta nella nostra circoscrizione. E' lei che deve rendere conto alla popolazione italiana (e soprattutto alla ragazza spezzina oltraggiata dal tentativo di stupro) di quanto accaduto nei giorni scorsi nella nostra città".

"Aggiungiamo che l'ennesima figuraccia internazionale con un paese a dir poco discusso come l'Egitto fa il paio con quanto candidamente espresso dallo stesso Draghi nei confronti della Turchia, altro stato con un regime autoritario con cui l'Italia cui fa affari - attacca ancora Via Lunigiana nella nota inviata alle redazioni -. Eppure, come ribadito da Amnesty International e Rete Pace e disarmo, tutto questo è contrario alle norme internazionali sul commercio di armi. Un commercio che come partito abbiamo più volte denunciato: Spezia è infatti tristemente nota come una delle "capitali" internazionali delle armi da guerra e ospita da anni, all'interno dell'arsenale militare SeaFuture, una lugubre fiera dell'orrore a cui vengono invitate con i massimi onori tutte le Marine Militari del mondo, comprese e soprattutto quelle del mondo arabo protagoniste di vari scenari di guerre e conflitti. Si pensa di perpetrare anche quest’anno, questi inviti? Sarebbe ora di cominciare una seria discussione generale sull'argomento, invece di nascondersi dietro all'ipocrisia e alle logiche del peggiore capitalismo".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News