Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 11 Aprile - ore 12.18

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Omosessuali categoria a rischio", è bufera sul modulo Asl5

La politica chiede spiegazioni: "Atto discriminatorio".

Vaccino anti Covid-19

La Spezia - In un documento targato Asl5 per la prenotazione per il vaccino anti Covid, tra le categorie considerate a rischio, viene inserita anche l'individuo “tossicodipendente, soggetto dedito alla prostituzione, omosessuale”. Leggere nero su bianco quest'ultima categoria ha a stretto giro di posta provocato le reazioni della politica. Dal gruppo regionale Pd, i consiglieri Natale e Garibaldi parlano di “una discriminazione di cui la Liguria non si può macchiare. Un disservizio è scusabile, mentre una cosa del genere mai. Alisa, la Asl5 e Regione Liguria spieghino immediatamente come sia stato possibile un atto discriminatorio del genere. Discriminazioni ed ignoranza non possono avere posto nelle aziende pubbliche, soprattutto se si parla di salute. Chiediamo scusa ai cittadini liguri per non essere riusciti ad evitare di essere governati da una classe dirigente di questa natura. Verranno chieste immediate spiegazioni, oltre che la cancellazione degli omossessuali da tale categorie e dei seri provvedimenti per chi ha scritto tale documento”. Su analoga lunghezza d'onda il consigliere regionale Sansa, che come inizialmente ha pensato a “un fake. Per questo abbiamo cercato di chiedere informazioni all'Asl5: dopo 13 telefonate senza risposta - compresi l'ufficio relazioni con il pubblico e il servizio covid-19 - finalmente l'ufficio igiene pubblica e vaccinazioni ci ha risposto: 'Sì, conosciamo quel foglio, ma l'ha fatto un altro ufficio'. Chiediamo alla Regione, ad Alisa e all'Asl5 come sia stato possibile inserire - senza la benché minima evidenza scientifica - l'essere omosessuali nelle categorie di comportamenti a rischio”. Contattato da Repubblica, il direttore Asl5 Paolo Cavagnaro si è scusato per l'accaduto, spiegando che l'azienda sanitaria è al lavoro per capire come sia potuto succedere. Tra le ipotesi c'è che il documento sia stata ricalcata una dicitura che compare su vecchi moduli per la donazione del sangue.

“Abbiano appreso questa mattina della sconcertante iniziativa di ASL 5 che, nei moduli per accedere alla vaccinazione covid, inserisce nelle categorie con comportamenti a rischio gli omosessuali, assieme a tossicodipendenti e soggetti dediti alla prostituzione” denuncia Gianni Pastorino, capogruppo di Linea Condivisa. "Ho telefonato al Direttore Generale Cavagnaro - prosegue Pastorino - perché ritengo che questi moduli siano semplicemente folli e aberranti: ne chiedo l’immediata rimozione e l’accertamento di tali comportamenti. Non ci possono essere mediazioni al ribasso - conclude il Consigliere Pastorino - verso atteggiamenti della Pubblica Amministrazione che offendono delle persone senza nessun tipo di evidenza scientifica, con il semplice risultato di assumere comportamenti insultanti nei confronti delle persone”. E Lara Ghiglione, segretario generale della Cgil spezzina, osserva: "Apprezziamo le scuse del direttore generale Cavagnaro, ma, poiché è evidente che lui non ne sapesse nulla e che si sta assumendo una responsabilità di altri, vogliamo conoscere la genesi di quel documento. Oltre al fatto che deve essere immediatamente ritirato.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News