Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 15 Maggio - ore 09.07

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"La sanità non può essere trasformata in arma di propaganda"

Sansa, Garibaldi, Pastorino e Tosi
Sanità

La Spezia - Così si inaugura l'hub per i vaccini della Fiera del Mare di Genova. Quasi tutta la giunta regionale, Giovanni Toti in testa, sarà in prima fila. Le televisioni li inquadreranno, i sondaggi saliranno. Non importa che decine di migliaia di dosi siano state tolte ai medici di base, mentre riempivano i frighi della Fiera del Mare dove a somministrarli saranno i privati. Davanti alle telecamere. Non importa che l'hub dimostri il fallimento della strategia vaccinale con il Governo che cerca di tappare le falle create dalla Regione. E noi crederemo al miracolo, perché quando stiamo male, quando sentiamo che la nostra vita è in pericolo, abbiamo bisogno di credere. Di avere fiducia in chi ci governa. Ma non è andato tutto bene in questi mesi. Siamo ancora agli ultimi posti per i vaccini somministrati in rapporto a quelli ricevuti.
Negli ultimi giorni centinaia di medici, di infermieri e volontari hanno scritto per raccontare una scomoda verità. Hanno telefonato, mandato messaggi vocali in cui senti rabbia e dolore: "E' il momento più buio della nostra vita professionale", raccontavano.

Da La Spezia a Genova, da Savona a Imperia, da Cairo a Loano migliaia di vaccini sono stati tolti ai medici di base. Per giorni si è temuto che le prenotazioni dovessero saltare; che migliaia di cittadini in attesa restassero all'improvviso senza di quella dose che significa salvezza dal virus e dalla paura. I vaccini, però, c'erano per il nuovo hub dove arriveranno le autorità e le televisioni. I vaccini non c'erano per i medici di base di La Spezia, Genova, Savona e Imperia (sono stati recuperati all'ultimo momento, almeno per questa settimana, poi si vedrà), ma si trovavano per l'hub dove saranno i privati per somministrarli. Oggi i liguri sono costretti a credere che i vaccini finalmente arriveranno. Sono troppo stanchi e provati per permettersi la sfiducia. Ma noi dobbiamo - è nostro dovere di cittadini e di consiglieri - denunciare gli errori, le storture, le furberie perché non si ripetano.

Dobbiamo approfondire se i costi della somministrazione del vaccino nell'hub sono superiori rispetto a quelli previsti dai medici di base. Dobbiamo chiedere perché si sia scelto di somministrare diversi vaccini in diverse zone della regione. Dobbiamo denunciare un'operazione che smantella ancor di più la sanità territoriale pubblica lasciando posto a quella privata che da sempre sostiene le campagne elettorali del centrodestra. Dobbiamo dire che mentre si strombazza la nascita dell'hub si lasciano senza vaccini e senza personale i piccoli centri. Insomma, è la solita politica: grandi investimenti invece che sanità diffusa. Ma soprattutto dobbiamo dire che la sanità non può essere trasformata in arma di propaganda.

Ferruccio Sansa (Lista Sansa)
Luca Garibaldi (Pd)
Gianni Pastorino (Linea Condivisa)
Fabio Tosi (M5S)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News