Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 06 Maggio - ore 22.04

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Il progetto esecutivo non sarà pronto per giugno"

L'opposizione porta il tema Picco in commissione, ma il sindaco non c'è. L'ingegner Canneti: "Esposto il nostro percorso alla Lega per ottenere una deroga speciale". Piaggi: "Ma l'ente ha fatto già sforzi notevoli".

l'ammissione

La Spezia - In attesa della Lega di serie A, con la speranza che la prospettiva di mettere mano al settore ospiti nel 2022 basti ad ottenere di iniziare al Picco l'eventuale serie A 21/22. Il Comune della Spezia ha giocato le sue carte con il lavoro dello studio di architettura Dontstop, presentato con enfasi lo scorso dicembre. Ma di quell'opera faraonica potrà finanziare solo la Curva Piscina. "Ad oggi si sente la mancanza dell'intervento della società calcistica. Fare due interventi da 1.2 milioni, per l'illuminazione, e da 2.7 milioni di euro per il settore ospiti è uno sforzo molto importante per un ente come il nostro. E' stringente avere un rapporto con lo Spezia Calcio per andare oltre", spiega Luca Piaggi. L'assessore ai lavori pubblici presenzia alla terza commissione per parlare di un tema che si fa sempre più impellente ogni volta che la squadra guidata di Vincenzo Italiano fa un passo verso la salvezza.

A richiedere la presenza dell'amministrazione sono i consiglieri Guido Melley e Massimo Lombardi. Si sarebbero attesi il sindaco Pierluigi Peracchini, che ha monopolizzato il discorso Picco sin dall'insediamento. Anche all'interno della propria giunta. Il primo cittadino non c'è e la cosa viene notata da tutti i consiglieri di opposizione: “Un'assenza sintomatica, non vorrei fosse il preambolo del finale di questa storia. Che non ci aspetti la stessa sorte del resto delle opere pubbliche ventilate in questi anni dalla sua amministrazione? E' colpa di chi ha governato la città negli ultimi settant'anni? Mi fa ridere pensare che si doveva fare uno stadio da serie A quando eravamo in C2...”, dirà Marco Raffaelli.

A Guido Melley spetta l'introduzione. "Intanto ci tengo a dire che nessuno di noi intende strumentalizzare la questione stadio per fini politici - sottolinea -. In questi mesi siamo stati silenti sul tema, sperando arrivasse una soluzione in accordo con la società. Un atteggiamento di rispetto nei confronti del club e dei tifosi, che aspettano di poter tornare sugli spalti finita la crisi sanitaria. Ma ora non possiamo non notare come il percorso seguito in questi mesi non ci abbia del tutto convinto. La soluzione presentata a dicembre è avveniristica, ma rischia di rimanere un rendering ad effetto e basta. Quello dell'amministrazione ci è sembrato fino ad oggi un percorso al buio".
Le questioni sul tavolo si erano già delineate al momento degli annunci e della pubblicazione dei rendering. Il mancato coinvolgimento del club nella creazione del progetto - per cui il 18 marzo scorso è stato liquidato un secondo acconto da 19.032 euro - si spiega anche con la fase di cambio di proprietà. "Il passaggio dal gruppo Volpi a quello Platek ha portato l'amministrazione a qualche scelta obbligata - ricostruisce Piaggi -. I lavori da fare al Picco sono molto importanti, ma il progetto di fattibilità è suscettibile di modifiche in tutte le fasi successive. Un progetto fatto da un ente non può essere volto a fare puro profitto. Se a questo però si affianca lo Spezia Calcio si può rivalutarlo per trovare una sostenibilità economica".

Ad oggi c'è in piedi un bando per recepire manifestazioni di interesse che portino alla progettazione definitiva della nuova Curva Piscina, il cui raddoppio sarà finanziato dal Comune della Spezia tramite mutuo. "Ho partecipato il 17 marzo ad un incontro con rappresentanti della Lega e dello Spezia Calcio - ricorda l'ingegner Claudio Canneti -. Abbiamo esposto il percorso pensato dall'amministrazione comunale per ingrandire il Picco, spiegato che non avremmo potuto avere un progetto esecutivo finanziato nei tempi richiesti dalla Lega. Ma avremmo potuto portare avanti un primo intervento per portare la Piscina da 2mila a 4mila posti. I rappresentanti della Lega si sono riservati di riferire la nostra richiesta e di valutarla. Siamo in attesa di conoscere la decisione in merito".
E infine: "Se la deroga prevede un progetto esecutivo e comprensivo nei tempi di giugno 2021, con inizio lavori entro l'anno, questo non è compatibile con i tempi necessari ad avviare questo tipo di percorso". E' la prima volta che questa evenienza, peraltro già ipotizzabile da qualche settimana, viene esplicitata da un rappresentante dell'ente. La via d'uscita sperata è quindi quella di ottenere una nuova deroga, magari giustificata dal periodo storico straordinariamente complesso. Un percorso a cui lavora il club anche in questi giorni.

"C'è una forbice alla Spezia tra una squadra che è andata in serie A con grande merito, all'interno di una città che di solito regge le serie minori - annuncia Emanuele Corbani -. Oggi non si può andare oltre il rendering, al di là dei desideri che hanno i tifosi. Tifosi che di questo sono coscienti". Nonostante questo, due soggetti privati si erano fatti avanti. "Lo Studio GAU e Flex Arena hanno avuto abboccamenti con il sindaco, ma non hanno mai formalizzato alcun processo - dice Piaggi -. Siamo aperti ad ogni possibilità, l'importante è arrivare al risultato di far giocare la squadra con i tifosi". Arriva la proposta di invitare come auditi rappresentanti del club. Forse non ce ne sarà bisogno. Massimo Lombardi filosofeggia: "La sfida richiama tutta la città, non solo i tifosi".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News