Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 04 Agosto - ore 19.31

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Cessato il flagello della sinistra, ora è il turno della Trimurti"

Intervento del consigliere comunale Paolo Messuri (Cambiamo): "Comportamenti spregiudicati? Non da Peracchini".

"Sindrome di Erisittone"
Paolo Messuri

La Spezia - "Cessato il flagello della sinistra, accolto con sollievo dalla maggioranza dei nostri concittadini, oggi la città vive l’avvento della Trimurti (l'unione delle tre figure divine Brahma, Visnù e Siva nell'Induismo, ndr). Il creatore, colui che si aggrappò alla costola del partitino nato dal tradimento di Alfano, oggi con il rispolvero di Enrico Letta sottosegretario, come se fosse una novità, tradisce la sua coalizione per riavvicinarsi alla sinistra tanto amata. Il conservatore che, portavoce di Spezia Popolare, conserva ruoli e funzioni, assieme ai fidi scudieri. Il distruttore, calato da Roma, cerca di far rivivere alla città l’antipolitica e la retorica utilizzata solo per accrescere il proprio tornaconto elettorale. Tutti e tre colti dalla 'sindrome di Erisittone', presi dall’ingordigia di placare i propri desideri consumano tutte le ricchezze nel disperato tentativo di placare la propria gola, fino a divorare loro stessi". Si apre così l'intervento diffuso da Paolo Messuri, consigliere comunale di Cambiamo. "Quando si è mossi solo da un crescente appetito di voti e potere, difficili da mantenere e conquistare - prosegue -, si finisce sempre per attaccare la politica, quella 'buona' perché questo masochismo sembra essere la strada più facile da percorrere per aumentare il proprio consenso. L’effetto però è temporaneo, effimero e dannoso. La politica dei Trimurti che si auto-consumerà e tenderà all’esautoramento, inaugura un circolo vizioso di odio con il solo scopo di minare le basi stesse del vivere sociale. Detto ciò, sarebbe da analizzare chi realmente ha un aspetto infelice e dimesso e comportamenti sommamente spregiudicati. Di certo non il sindaco Pierluigi Peracchini".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News