Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 12 Maggio - ore 20.20

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Rsa Mazzini: 75 posti letto garantiti, sindacati preoccupati

Forti preoccupazioni dal mondo sindacale dopo l'annuncio di alcuni elementi della gara ponte per l'affidamento della Rsa. Asl ribatte: "Lavoratori e ospiti al primo posto. Hanno mostrato interesse per la gara 17 aziende".

gara ponte a un passo
Rsa Mazzini

La Spezia - Settantacinque posti letto a pieno regime. Sono quelli previsti dall'Asl in vista della gara ponte per l'affidamento della Rsa Mazzini. Cifra che ha aperto il dibattito con i sindacati Cgil, Cisl e Uil fortemente preoccuparti sulle garanzie del livello occupazionale. La gara intanto sarà pronta prima che Kcs lasci l'incarico. Intanto hanno mostrato interesse all'appalto da 5milioni di euro almeno 17 aziende.
Tutti dettagli emersi dalla commissione consiliare che si è tenuta nel pomeriggio, alla quale hanno partecipato l'amministrazione comunale, i sindacati Cgil, Cisl e Uil, il dottor Mazzone e la dottoressa Massei in rappresentanza della direzione di Asl 5.
Per la soluzione del "caso Mazzini" si lavora su più fronti anche se nell'illustrazione dell'Azienda sociosanitaria per i sindacati sembra essere stata una doccia fredda il passaggio da 90 posti letto, a pieno regime, a 75. Notizia che ha creato qualche tensione tra sindacati e Asl, che più volte in sede di commissione hanno chiesto chiarimenti.
Durante la seduta, Massei e Mazzone hanno ricordato: "Per noi le priorità restano la garanzia dei posti di lavoro e la cura adeguata degli ospiti. Il direttore Cavagnaro aveva sottolineato, anche in altri incontri, che alcuni lavoratori erano di difficile reimpiego. Nel lavoro sulla gara ponte abbiamo anche specificato che alcuni di questi lavoratori potranno essere ricollocati a Levanto, dove prima era presente la Cooperativa L1. Questo è un momento di transizione per arrivare alla gara definitiva, che speriamo possa arrivare ad un affidamento decennale. Non va dimenticato che nel momento in cui l'emergenza sarà passata, contando che alla cifra totale dei posti letto vanno aggiunti i posti buffer che attualmente sono 17, ci potrebbe essere un implemento. Ma non abbiamo mai parlato di implementare i posti letto a 98".
“La situazione della Rsa Mazzini rispetto al bando della gara ponte, emersa oggi in terza commissione del Comune della Spezia è, a dir poco, sconcertante. Netta caduta di posti letto ed incertezza per i lavoratori. Vogliamo risposte chiare.” Così Luca Comiti e Daniele Lombardo , Cgil, Mirko Talamone, Cisl, Marco Furletti e Massimo Bagaglia, Uil, che continuano: “75 posti letto a fronte dei 90 che Comune ed Asl ci hanno garantito durante l'ultimo incontro non sono neanche lontanamente sufficienti per il fabbisogno del territorio, la Rsa Mazzini ne aveva 120. Vogliamo capire anche la natura del contratto: nel nuovo bando di gara ponte la base d'asta è di circa 5 milioni e 742 mila euro, ma abbiamo appreso che l'azienda che vincerà non avrà la stessa base d'asta come riferimento per gli utili, ma solo le rette dei pazienti. C'è poi il grande tema dei lavoratori. Non sappiamo quanti dei 40 lavoratori non sanitari saranno ricollocati e dove, come non sappiamo quanti ne rimarranno in struttura. Per quanto riguarda il personale sanitario il minutaggio assistenziale sarà inferiore a quello attuale, quindi anche le ore di lavoro dei sanitari sono a rischio; la prevista ricollocazione del personale sanitario nei centri diurni ed a Levanto non fa i conti che in quelle strutture c'è già personale. Inoltre, il 30 Aprile, quando Kcs uscirà, terminerà anche la cassa integrazione e bisognerà avviare il nuovo iter con l'azienda che subentrerà.” Concludono i sindacati: “La confusione è molta e si somma alla preoccupazione dei lavoratori e degli utenti. Chiediamo ad Asl e Comune di fare chiarezza su questi aspetti a partire dalla riunione del tavolo prevista per mercoledì prossimo.”

Dal fronte dell'amministrazione sono stati annunciati dei lavori interni al secondo piano della struttura e che con tutta probabilità verranno approvati in sede di bilancio.
Il video della commissione consiliare


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News