Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 30 Luglio - ore 23.05

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Manca il Pos sul taxi, le associazioni: "Prioritario adeguarsi"

Le associazioni di categoria intervengono a seguito di alcune segnalazioni, giunte a CDS. Carozza: "Pieno diritto dei cittadini a segnalare cosa non va". Bicci: "Pochi casi, operatori si stanno adeguando, rinnoviamo l'appello a farlo al più presto".

l'appello delle associazioni

La Spezia - Manca il Pos a bordo di una manciata di taxi della provincia e l'appello è quello di adeguarsi. E' il coro che si leva dalle associazioni di categoria spezzine dopo le segnalazioni, giunte a Città della Spezia, da parte di alcuni cittadini che in più di un'occasione avrebbero voluto pagare con il bancomat ma non è stato possibile.
Una situazione che rende difficoltoso anche usufruire della card prepagata, messa a disposizione da Regione Liguria ed erogata da Carige, che avvantaggia gli spostamenti in taxi oppure mezzi Ncc, per le categorie più fragili a partire dagli anziani e i portatori di handicap. Ogni viaggio è coperto da una spesa massima di 30 euro, per un bonus totale di 250. Ad ogni corsa, poi viene scalata la cifra da pagare.
Alla Spezia è attivo il Consorzio radio taxi che conta 42 tassisti appartenenti alle associazioni di categoria Confartigianato e Cna. Il sistema di prenotazione telefonico prevede anche la possibilità di specificare che tipo di pagamento si vuole utilizzare.
"La maggior parte dei tassisti - ha spiegato Nicola Carozza di Confartigianato taxi - è dotata del pagamento con il Pos e quelli che non lo hanno sono davvero pochissimi. Tra l'altro i nostri associati hanno colto con favore l'iniziativa legata alla card e l'utilizzo del pagamento elettronico, il più utilizzato dai visitatori stranieri. Se qualche operatore è ancora sprovvisto lo invitiamo ad adeguarsi, perché garantisce un servizio in più a quello già importante svolto. Per quanto riguarda le segnalazioni è pieno diritto dei cittadini evidenziare i disservizi e in casi più gravi segnare il numero della licenza per poi valutare eventuali provvedimenti. La categoria dei tassisti ha subito, come tutti, pesantemente gli effetti del Covid e per qualche sporadico episodio non deve pagarne le conseguenze chi lavora correttamente".
L'appello ad adeguarsi al pagamento elettronico arriva anche dall'associazione di categoria Cna. "Rinnoviamo l'appello a tutti gli associati ad adeguarsi al pagamento elettronico - spiega Raffaella Bicci referente per Cna taxi -. Sappiamo anche che il Pos manca ad un numero limitatissimo di tassisti. E abbiamo avuto notizia che chi ne è sprovvisto si sta adeguando. Consigliamo anche ai clienti di specificare, al momento della prenotazione, il metodo di pagamento preferito. Questo permetterà sia all'operatore che al cliente di non trovarsi in situazioni spiacevoli".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News