Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 28 Luglio - ore 22.32

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Le guide turistiche contestano il modello del Fai: "Il lavoro va pagato"

Mariotti (Arte e natura): "Abbiamo registrato calo del lavoro vicino al 100%". Simone (Confartigianato): "Modello fuori tempo segnato da elitarismo compassionevole".

Antonella Mariotti

La Spezia - La Cooperativa di guide turistiche ed escursionistiche “Arte e Natura”, esprime apprezzamento in merito all'iniziativa del FAI volta a far conoscere i giardini della Spezia, "recentemente valorizzati anche dal Comune della Spezia che ha provveduto a posizionare numerosi e ben fatti pannelli esplicativi in numerosi punti".
"Tuttavia, non può fare a meno di non condividere la filosofia del FAI interamente basata sul volontariato culturale". "Le guide turistiche – spiega Antonella Mariotti, Presidente della Coop. - hanno registrato un calo del lavoro vicino al 100%, e da un anno non vengono svolti servizi guidati. Le giornate del Fai potevano essere l'occasione per dare un contributo qualificato e per ‘accendere un faro’ su una categoria così tanto penalizzata dall'emergenza pandemica. A nostro avviso la cultura è un bene prezioso ed ha un valore, anche economico, e non riconoscerlo significa sminuirla. Perché quest’anno invece di coinvolgere i volontari non chiamare a livello nazionale migliaia di guide che sono a casa? Le guide abilitate passano la vita a studiare e a migliorarsi per saper raccontare il territorio. E’ brutto veicolare il messaggio che chiunque possa far da “cicerone” e, che quindi una guida sia una figura inutile. Il lavoro culturale va pagato”.

Dello stesso avviso Confartigianato che appoggia la protesta delle guide. “Il modello del Fai – aggiunge Antonella Simone, Responsabile Confartigianato Turismo - appare un modello fuori tempo, segnato da un elitarismo compassionevole che non guarda ai nuovi modelli di turismo ed anzi di fatto coopera a sostenere l’attuale stato delle cose, basato sul volontariato come sistema permanente di gestione del patrimonio. Un sistema che non funzionare. Peccato che tante amministrazioni locali vadano dietro a questa impostazione che mortifica il lavoro. Il lavoro della guida è minacciato e abusato da soggetti che operano nell’illegalità, parificando il lavoro al volontariato, tradendo così le aspettative di stabilità che deriverebbero da una gestione professionale e durevole del patrimonio culturale, sarebbe possibile tollerare tale volontariato in altre professioni es. L'avvocato, l’infermiere, il professore?”

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News