Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 24 Giugno - ore 21.49

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Bonus edilizi, la guida di Ance e Confedilizia per evitare brutte sorprese

Costruttori e proprietari insieme per favorire la ricerca di ditte qualificate per accedere agli sgravi. Il rischio non è solo di perdere i contributi ma statali, ma anche di pagare forti penali.

una non vale l'altra
Impalcature

La Spezia - Dalla prospettiva di ristrutturare e migliorare la performance energetica della propria abitazione quasi gratuitamente, a quella di doverla invece pagare insieme ad una pesante sanzione. Onori ed oneri dei bonus edilizi. Un fiume di denaro per un settore reduce da anni di crisi. Per i proprietari, forse l'unico modo per risanare il luogo in cui si abita. Per l'Italia, uno strumento per rivalutare il patrimonio edilizio di un Paese che ha vissuto decenni di espansione delle città. Un processo non sempre ordinato ed omogeneo, soprattutto dal punto di vista della qualità.
ANCE e Confedilizia si sono poste l'obiettivo di riuscire questa volta a garantirsi il meglio dall'occasione storica offerta dalla convivenza di Superbonus, bonus facciate e Sismabonus. Miglioramenti strutturali, estetici e funzionali per le case degli italiani, purché ad occuparsene siano ditte con i giusti requisiti. Nasce così un accordo per individuare una serie di buone pratiche che guidino i committenti nella scelta delle aziende a cui rivolgersi. "Lo scopo del decalogo è tutelare gli interessi degli associati, ma anche proseguire nella direzione dello sviluppo di una concorrenza leale, punto che portiamo avanti da anni”, spiega Alberto Bacigalupi, presidente Ance La Spezia, esprimendo il punto di vista dei costruttori.

Il metodo si declina su due ambiti di gestione: esporre le caratteristiche che le imprese devono avere per essere ritenute affidabili e stabilire le norme di comportamento che queste devono implementare nella fase operativa. "Criteri di moralità, professionali e che riguardano ovviamente le capacità tecniche. Si tiene conto dell'attenzione alla regolarità nell'assolvimento dei contributi, delle retribuzioni e degli obblighi assicurativi. Le imprese che aderiscono dovranno rilasciare dichiarazioni riguardo la mancanza di condanne per reati legati alla criminalità organizzata, di essere esenti da fallimenti, da episodi di usura - spiega a braccio Bacigalupi -. Serve un direttore di impresa con determinate qualifiche professionali, la garanzia che almeno il 15% del fatturato vada in salari. E poi rispettare un rapporto, che abbiamo chiamato di buon vicinato, nei confronti di residenti e commercianti. Quindi, per esempio, essere il meno invasivi possibile e contenere le emissioni sonore". ANCE ha creato una brochure per i propri associati per spiegare i passi da compiere.

"Al committente l'onere di una scelta ponderata - sottolinea Luca Damian, presidente Confedilizia La Spezia -. e in questo ANCE viene in aiuto per indicare i soggetti professionalmente più qualificati. La Regione Liguria è in grave ritardo, ad oggi si segnalano investimenti per 8 milioni di euro sui 18 miliardi messi a disposizione dal governo. Siamo la terzultima regione, anche se La Spezia è la prima delle province al suo interno. Ma vogliamo fare di più, con lo scopo di migliorare la qualità del vivere ma anche abbellire questa città che attende 5 milioni di presenze turistiche nel 2022. Questi accordi determinano nuovo lavoro, nuove entrate, ma anche grandi potenzialità. Il committente deve sapere che scegliere una ditta a caso determina una co-responsabilità".
A spiegare cosa ciò comporti ci pensa Davide Piccioli, responsabile economico Confedilizia La Spezia. "Non è solo perdere il bonus. Vedersi negata la possibilità di aderire ai benefici per cui si è fatta richiesta, può comportare un aggravio dei costi del 100% del vantaggio fiscale indebitamente percepito. Come evitarlo? Passando attraverso aziende serie e professionisti qualificati che mettano la proprietà al riparo da questi rischi. Questo protocollo è innanzitutto una garanzia proprio per la proprietà edilizia, che può tutelare in questo modo il proprio patrimonio". I controlli possono arrivare fino a otto anni dopo la chiusura del cantiere.

Il direttore Ance La Spezia, Paolo Faconti, ha due premure. La prima è esprimere un ricordo personale di Renato Oldoini, ex direttore di Confedilizia, "che purtroppo ci ha lasciato a causa della pandemia. Con lui la nostra associazione ha avuto sempre stretti rapporti, non solo professionali ma anche umani". La seconda è sottolineare come sia la prima volta che l'associazione si esprime in merito ai bonus. "E non per dirottare la scelta sui nostri associati, quanto per stabilire un criterio a favore dei committenti. Quello della casa , un bene primario, deve essere trattato anche come problema di natura morale".
L'elemento di novità risiede nel fatto che "per la prima volta, a livello nazionale, si fa un ragionamento non tanto su opportunità e procedure, ma sull'individuare aziende strutturate. Questo è lo sforzo fatto come associazione. Non si dice 'rivolgetevi ai nostri associati'. Qua si dice di fidarvi di noi quando vi diciamo quali criteri utilizzare per fare la vostra scelta da proprietari". Gli edifici in provincia della Spezia sono circa 47mila e di questi ben 5.600 sono ritenuti da risanare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ANCE e Confedilizia


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News