Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 27 Luglio - ore 08.17

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Biglietto elettronico sui bus Atc entro il 2023

L'azienda tratta con i sindacati per i biglietti a bordo ma intanto traguarda al futuro prossimo. "Verifiche a colpo sicuro". Allo studio navette per i cantieri navali da Piazzale Pozzoli.

una rivoluzione
Autobus

La Spezia - Tra un anno e mezzo sarà introdotta la bigliettazione elettronica sui mezzi di ATC. “Sapremo in diretta se c'è qualcuno che non ha pagato”, annuncia il direttore generale Francesco Masinelli. Oggi ospite della seconda commissione consigliare per tracciare il percorso dell'azienda in questi mesi di Covid, che hanno fortemente inciso sull'operatività del trasporto pubblico e sui bilanci. Intanto però ci si proietta al futuro, che vedrà la tecnologia sempre più presente. “Non ci saranno più i verificatori che a spot chiedono il biglietto agli utenti, ma andranno a colpo sicuro sapendo chi non è in regola”.
I bigliettai di bordo sono andati in pensione da decenni, la smart card che tutti noi portiamo in tasca manderà nel dimenticatoio anche la nostalgia. “Il tutto senza impattare sulla velocità commerciale, che è uno dei problemi da risolvere nel momento in cui si pensa di far gestire agli autisti anche questo aspetto”, aggiunge Gianfranco Bianchi, presidente di ATC Esercizio. “L'altro è l'incidenza sul bilancio, che sarebbe molto importante”. Alle viste dunque un nuovo step nella lotta all'evasione, che ha visto il recupero di circa 700mila euro negli ultimi anni. “Siamo ai primi posti nazionali nel rapporto tra bigliettazione e contributi”, assicura l'azienda.

La pandemia ha ovviamente picchiato duro sui bilanci dell'azienda. “Abbiamo registrato un calo del 45% nella bigliettazione, quantificabili in circa 5 milioni di euro di mancate entrate. Stiamo parlando di circa il 33% del nostro bilancio – spiega Bianchi -. Abbiamo dunque chiuso con un bilancio in sensibile perdita, come ogni altra azienda di trasporto pubblico. Una perdita ripianata in parte con i ristori, in parte con le risorse dell'azienda stessa e tenendo sotto controllo le centrali di costo. Ma senza sacrificare nulla per quanto riguarda il servizio”.
Si attende adesso uno stanziamento di 465 milioni di euro a livello ministeriale per il primo quadrimestre 2021. Fondi che andranno divisi tra trasporto ferroviario e gomma, poi ripartito per regione e per provincia. “La situazione è fluida, ci stiamo attestando appena sotto ai 2 milioni come perdite al momento. La nostra rimane una società sana come bilanci e patrimonio, che ha fatto il massimo che poteva fare in questa fase difficilissima”, aggiunge Bianchi.

Altro fronte delicato è quello di Fincantieri, che brulica di maestranze che utilizzano il servizio pubblico. “L'operatività di Fincantieri è stata stravolta dal Covid, sono arrivati ad avere fino a nove turni quotidiani – illustra Masinelli -. Ci sono cento corse al giorno in più, di cui dodici a carico del cantiere e le altre a carico di ATC. Gli autobus dedicati entrano direttamente nello stabilimento in modo da non pesare sui residenti del Muggiano. Questo funziona finché una squadra non fa lo straordinario, esce un'ora dopo e si somma ad un turno successivo. Situazioni che diventano ingestibili e che non sono preventivabili. Devo dire che non c'è una frequenza tale da non permettere di risolvere il problema”. E' allo studio l'ipotesi di spostare la fermata più verso il capoluogo, oltre il semaforo e lungo il rettilineo.
Oltretutto l'intasamento del Muggiano si riverbera a cascata su tutti gli altri cantieri della nautica che sorgono lungo Viale San Bartolomeo. “Ci siamo incontrati con Riva per vedere come poter creare un servizio ad hoc da Piazzale Pozzoli”, annuncia Masinelli. Navette dedicate che portino le maestranze al singolo stabilimento, in modo da non intasare le fermate e da non sovrapporsi con il vicino. Il piazzale sarà oltretutto raddoppiato come da progetto: “Doveva essere fatto in ottica turismo, invece i primi a sfruttarlo appieno saranno le aziende del Miglio Blu”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News