Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 11 Aprile - ore 22.34

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Bacino di carenaggio a Muggiano, Fincantieri offre 1,2 milioni

Dopo tre aste andate deserte l'azienda che utilizza l'infrastruttura dal 1975 e la gestisce tramite una società controllata ha avanzato una proposta al consorzio composto da Provincia, Comune della Spezia e Camera di commercio.

Manifestazione di interesse
Il cantiere Fincantieri del Muggiano

La Spezia - Trenta giorni per decidere una volta per tutte il destino del bacino di carenaggio in uso a Fincantieri, nello stabilimento di Muggiano. Entro le 12 del 27 gennaio prossimo, infatti, dovranno essere presentate le istanze di partecipazione all'avviso pubblico di manifestazione di interesse affisso all'albo pretorio provinciale dal Consorzio per il bacino di carenaggio della Spezia costituito dalla stessa Provincia, dal Comune della Spezia e dalla Camera di commercio nel 1961.
A sbloccare una situazione intricata che si protrae da tempo è stata l'offerta di 1,2 milioni di euro pervenuta a Marco Casarino, dirigente della Provincia e liquidatore del consorzio, da parte della stessa Fincantieri, che ha in uso l'infrastruttura dal giorno del varo, nel lontano 1975, e che lo ha gestito per 45 anni attraverso la controllata Gestione bacini.

La proposta è giunta a pochi giorni dal 31 dicembre 2020, data di scadenza della concessione alla Gestione bacini, e dopo tre tentativi di asta andati deserti.
Il primo incanto, il 15 febbraio scorso, vide un prezzo a base d'asta pari a 7,6 milioni di euro, mentre il secondo, l'11 aprile, ebbe con un valore minimo fissato a 6 milioni e 840mila euro. La terza prova è andata in scena il 15 giugno nella Sala Gottelli della Provincia con un prezzo a base d'asta di 6 milioni e 156mila euro.
In un anno le cifre si sono quindi ridotte molto e solamente una nuova proposta economica superiore agli 1,2 milioni di euro potrebbe spingere Fincantieri a offrire di più.
Se così non sarà nel giro di qualche mese potrebbero concretizzarsi la cessione del bacino galleggiante, la suddivisione dell'incasso tra Provincia, Comune della Spezia e Camera di commercio e la definitiva liquidazione del consorzio.
Un epilogo, quello che si intravede all'orizzonte, che riporterebbe la serenità tra i lavoratori e le sigle di categoria, che dal 2014, anno inizialmente previsto per la chiusura del consorzio, vivono con preoccupazione il passaggio di proprietà del bacino, infrastruttura indispensabile per garantire l'operatività del cantiere di Muggiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News