Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Giugno - ore 21.32

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Tutto pronto al Civico per The Living Paper Cartoon

29 e 30 maggio
Teatro Civico

La Spezia - Un fine settimana di spettacolo per il Teatro Civico della Spezia, che dopo la riapertura nel segno di Patrizio Oliva si prepara ad ospitare un artista di fama internazionale. Sabato 29 e domenica 30 maggio 2021 (ore 20.30) Ennio Marchetto, trasformista, comico e cabarettista premiato con il Leone d’Oro a Venezia, andrà in scena con “The Living Paper Cartoon”, realizzato insieme al fashion designer e costumista olandese Sosthen Hennekam.
Uno spettacolo per tutti i gusti, misto di trasformismo, mimo, danza e origami. Solo sul palco, senza aiuto dietro le quinte, Marchetto cambia personaggio quasi ogni minuto, spesso davanti agli occhi del pubblico. I suoi costumi, le sue parrucche e gli accessori sono tutti bidimensionali e fatti di carta e cartoncino, come un cartone animato vivente..
Non è facile spiegare cosa esattamente succeda durante The Living Paper Cartoon
Ci sono dei costumi di carta che raffigurano grandi cantanti e grandi personaggi italiani e stranieri; dietro c’è lui, straordinario performer, a dar vita a questi costumi ripetendo movenze e tic di questi personaggi, rendendo tutto esilarante.
Con un repertorio di oltre 350 personaggi, dalla musica pop alla lirica, da opere d'arte a figure della mitologia, il suo show cambia continuamente per adeguarsi al pubblico ed ai fenomeni del momento . Da Tina Turner a Mina, da Liza Minnelli, da Marylin Monroe a Vasco Rossi, Madonna, Pavarotti … e tra i nuovi personaggi nientemeno che Lady Gaga, Arisa, Maria Callas, Marco Mengoni, Edward Mani di Forbice.


Ennio Marchetto nasce nel febbraio del 1960 a Venezia, proprio accanto alla casa di Carlo Goldoni. Dopo una prima infanzia ispirata dai cartoons della Disney, frequenta la scuola d’arte e inizia la sua carriera artistica creando per il Carnevale veneziano fantasiosi costumi con materiali di recupero.
A segnare profondamente la sua formazione artistica sono il progetto di teatro-danza della ballerina e coreografa Pina Bausch, e uno stage, nel 1985, con il coreografo, ballerino, mimo e regista Lindsay Kemp, che stimola in lui la passione per il teatro, il mimo e la danza.
Nel 1986 si trasferisce per un anno a Parigi, dove lavora in vari cabaret.
Nel 1988 vince il 4º concorso per nuovi comici La “Zanzara d’Oro”, nello stesso anno inizia la collaborazione con il designer olandese Sosthen Hennekam che crea per lui tanti nuovi personaggi e modi di trasformazioni.
Ennio Marchetto si è esibito in diversi teatri del West-End di Londra, tra i quali il South Bank Centre, il Criterion Theatre, il Queen’s Theatre, o il White Hall Theatre. Il suo tour ha toccato fra gli altri anche La Cigale di Parigi e il Radio City Music Hall di New York,
Oltre al Leone d’Oro, ha ricevuto diversi premi e nomination, tra cui il Drama Desk Award (nomination "Unique Theatrical Experience" dei teatri "off-Broadway" di New York) e, nel 2003, il Laurence Olivier Award per il miglior spettacolo comico dell’anno.

Sosthen Hennekam è nato a Roosendaal in Olanda. Ha studiato design di moda e costumi allo Studio Berçot di Parigi. Ha lavorato come stilista in diverse case di moda, in particolare con Thierry Mugler per il quale ha curato per 4 stagioni la linea uomo, e come sarto per la Maison Dior, per il quale realizzava prototipi.
Nel 1989 si trasferisce in Italia, dove inizia a lavorare come stilista free-lance. Dopo aver visto lo spettacolo di Ennio Marchetto lascia la moda per sviluppare con lui un spettacolo interamente di carta. Attualmente, oltre a trovare personaggi nuovi e creare i costumi di carta, realizza il disegno, luci e suono dello spettacolo. Il suo programma televisivo preferito è uno schermo nero. Sosthen abita tra Venezia e Los Angeles. Ama molto l'arte culinaria e la cultura giapponese, l'architettura (Rem Koolhaas) il design industriale (Droog Design) il Cinema (Hitchcock, Coen brothers, Takeshi Kitano) e soprattutto la musica (Philip Glass, The Flaming Lips,Deadalus, Lemonjelly e Abba).

Info biglietteria e orari
Lo spettacolo avrà inizio alle ore 20.30. Si raccomanda agli spettatori di presentarsi in teatro (ingresso da Piazza Mentana) osservando la massima puntualità. L’ingresso in sala sarà possibile a partire dalle ore 19.45, entro e non oltre l’orario di inizio.
In base alle normative vigenti sull’emergenza sanitaria da Covid -19 è possibile assistere agli spettacoli soltanto in posti a sedere, numerati e preassegnati.
L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili. La prenotazione dei posti è obbligatoria: i biglietti sono strettamente individuali e non possono essere ceduti.
Orari di apertura del Botteghino: dal lunedì al sabato ore 8.30/12.00; il mercoledì anche dalle ore 16 alle ore 19.
Nei giorni di spettacolo la biglietteria sarà aperta a partire dalle ore 18
Info: tel. 0187-727521
Email: info@teatrocivico.it
www.teatrocivico.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News