Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 03 Agosto - ore 22.51

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ripartire per una nuova vita: il G8 secondo Antonio Fusco al Parco dei lettori della Maggiolina

Cultura
Antonio Fusco

La Spezia - Continua il ciclo di presentazioni di libri al Parco dei lettori della Maggiolina: domani, venerdì 9 luglio, alle 18.30, sarà la volta di “Quando volevamo fermare il mondo”, di Antonio Fusco. La Genova del G8 sfondo di uno degli eventi più tragici della nostra storia recente, un grande romanzo di tensione che mette in scena i destini di due amici che si ritrovano dai lati opposti della barricata. L'iniziativa, intitolata “Ripartire per una nuova vita” vedrà la giornalista Chiara Tenca intervistare l'autore, e si svolgerà nella zona bar della Maggiolina.

QUANDO VOLEVAMO FERMARE IL MONDO

Sullo sfondo di uno degli eventi più tragici della storia recente, un grande romanzo di tensione mette in scena i destini di due amici che si ritrovano inesorabilmente ai due lati della barricata

Dal testo del libro, un pensiero che raccoglie tutta la tristezza, le paure, le certezze che si sgretolano, di un autore che ha partecipato ai tragici eventi che hanno scritto una pagina insanguinata della nostra storia.

Oltre c’era il mare. Calmo e indifferente. Severo, così mi sembrò, mi ricordava che Genova non meritava quello che le avevamo fatto. Mi fece sentire in colpa e chiesi scusa per la mia parte, consapevole che lei presto avrebbe dimenticato e perdonato. Cosa che non sarebbe riuscita a me.

Solitario, taciturno, appassionato di musica rock, Massimo Valeri è un ispettore di polizia, da tutti chiamato l’Indiano per via dei tratti somatici ereditati dalla madre, una circense di origine sinti che lo abbandonò quando aveva due anni. Vive su una barca che un tempo apparteneva al padre adottivo e non ha legami se non quello con la sua moto, che gli fa riscoprire l’anima nomade. Seduto al tavolino di un chiosco vicino al mare, sta aspettando una persona legata a un passato dal quale è fuggito molti anni prima, dopo aver vissuto la delusione del tradimento. Pietro, l’amico con cui condivideva sogni e ideali, che era come un fratello finché l’amore per Giulia non li ha divisi mandando tutto in frantumi. Una distanza incolmabile che fatalmente si è quasi annullata a Genova, nei drammatici giorni del G8, dove entrambi, senza saperlo, si trovavano a pochi metri l’uno dall’altro, solo su due fronti opposti: Massimo tra chi vestiva la divisa, Pietro tra i manifestanti No-global. Un’esperienza sconvolgente che, in modo diverso, ha lasciato su di loro cicatrici profonde. È giunto il momento della resa dei conti fra due anime una volta vicine, separate dalle scelte personali e dagli schieramenti. Un incontro che forse permetterà a entrambi di ripartire finalmente con una nuova vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News