Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 21 Aprile - ore 22.00

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Presepi, lo storico concorso diocesano non si arrende alla pandemia

Ma don Cabano non potrà fare il tour per visitare le varie rappresentazioni. Quest'anno si gareggia a colpi di foto.

Verso il Natale
Presepi, lo storico concorso diocesano non si arrende alla pandemia

La Spezia - Nuova versione, adattata ai tempi, per il concorso annuale per il “Presepe cristiano”, alla quale la diocesi non rinuncia. A causa dell’emergenza sanitaria, la commissione, istituita dall’ufficio diocesano per i Beni artistici e culturali diretto da monsignor Paolo Cabano, non potrebbe recarsi fisicamente nei luoghi interessati dal concorso: enti, famiglie, parrocchie e scuole, come invece sempre avvenuto da quasi mezzo secolo a questa parte. Sono state pertanto messe a punto nuove modalità di partecipazione, imperniate sulla fotografia. Cambia anche il titolo, che diventa “Fotografa il tuo presepe”. Le categorie dei partecipanti (e quindi dei premi) rimangono le medesime, ma il presepe dovrà essere fotografato e gli “scatti” inviati alla diocesi, all’indirizzo di posta elettronica beniculturali@diocesilaspezia.it. Per ogni presepe partecipante dovranno essere inviate tre fotografie, in formato jpeg.

Dovranno essere tre immagini diverse tra loro, possibile con angolazioni o zoom diversi, e comunque significative, per agevolare il lavoro della commissione. Dovrà dunque esserci la Natività, elemento centrale del presepe, ma anche un’immagine di insieme, per avere un’idea della realizzazione nel suo complesso, ed una terza fotografia ritenuta di particolare significato. Tra i criteri di giudizio ci saranno la proporzionalità dell’insieme e la centralità della figurazione della Natività. Dovrà esserci, insomma, una “lettura dell’immagine”: come spiegava padre Nazareno Taddei, “l’immagine di una cosa non è la cosa”. Cambiano i tempi, e Taddei in qualche modo li anticipava: ma non cambia la sostanza di una rappresentazione che, dai tempi di san Francesco, è sempre la medesima, ed è la più autentica rappresentazione del Natale cristiano. L’auspicio è dunque che anche con questa nuova formula, siano in tanti, come negli anni scorsi, i presepi presentati in concorso. Le iscrizioni sono già aperte e chiuderanno il 23 dicembre. Ricordiamo le categorie: famiglie o persone singole, parrocchie, classi scolastiche, comunità (asili, associazioni, aziende, carceri, case di cura, caserme, circoli, enti, istituti religiosi, ospedali e simili).

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News