Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 16 Aprile - ore 10.21

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Miss Stereochemistry da Bacchus presenta "Ruins in bloom"

Miss Stereochemistry da Bacchus presenta "Ruins in bloom"

La Spezia - Domani sera torna all'osteria Bacchus la straordinaria Miss Stereochemistry, ormai ospite prenatalizio d'abitudine in Viale Amendola. Stereochemistry è il progetto "one woman" di Karla Hajman – aka Miss Stereochemistry, ex scienziata che ha lasciato gli studi dottorali in "Experimental Audiology" per arrivare a qualcosa di totalmente differente nell'ascolto. Originaria di Belgrado, ex Yugoslavia, Karla suona fin da ragazzina, influenzata da suo padre grande e conosciuto musicista. E' proprio durante i suoi primi studi universitari, che Karla fonda il progetto Stereochemistry, nome che indubbiamente richiama le sue sfumature scientifiche. Dopo aver pubblicato il primo demo “Love inside” (2005), Stereochemistryva era a Stoccolma, impegnata come ricercatrice presso il Karolinska Institutet.

Ma la vita del laboratorio non è adatta a un cuore gitano. Così dopo varie avventure musicali da globetrotter in giro per l'europa, Karla lascia i laboratori per una nuova dimensione cabaret in quel di barcellona, dove si specializza in street performance. Stereochemistry è l'emblema dell'originalità, trasformismo, critica della società moderna ed autoironia, Stereochemistry "music & cabaret" non lascia indifferenti. Settembre 2010, prende vita il suo primo live/studio chiamato “Vagabond Cabaret”. Registrato a Istanbul, “Vagabond Cabaret” è una collezione di esperienze di vita e di viaggio in musica.

Domani sera Karla presenterà il suo atteso ultimo disco "Ruins in bloom", scritto e registrato nel corso del 2013. Prodotto in USA da Jason Rubal (Amanda Palmer / Dresden Dolls, Rovina Bitter, ecc), e sostenu?to da una campagna Crowd Funding, l'album segna un punto di riferimento nella produzione di Karla, un punto di crescita e saggezza. L'album si apre con facilità e sincerità su argomenti difficili come la depressione, essendo ancora un tabù nella società di oggi, offrendo una nuova prospettiva: la depressione come una trasformazione, piuttosto che uno stato passivo semplicemente "negativo". Karla definisce come un "pregiudizio-killer, privo di censura auto-inflitta". Dal 2014 Karla è anche una parte di un duo triphop, i "Kinestatics", insieme a Steven Rutter di B12?, con sede a Londra.

Info 3394908117 - 3479221644.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News