Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 26 Luglio - ore 22.27

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Tentata violenza su ragazza, militare egiziano portato in caserma

Sospettando di una pesante ipotesi di reato, il marittimo, poco più che 20enne, attualmente è affidato al suo comando.

L'indagine
Carabinieri

La Spezia - Momenti di paura un paio di giorni fa per una ragazza spezzina. È sera, lascia un solarium del centro, cammina per la città ormai sgombra. E non distante da Piazza Beverini, improvvisamente, - come riferirà la giovane - la raggiunge un uomo, la cinge, la tocca, cerca di spingerla contro il muro. Ma la ragazza resiste, tant'è che l'aggressore decide di dileguarsi. La ragazza chiama i soccorsi e in breve arrivano sul posto i carabinieri. Trasportata in ospedale per gli opportuni accertamenti, la ragazza racconta quanto è avvenuto, fornendo alcuni preziosi dettagli sul soggetto che la ha aggredita. Le indagini della Compagnia dei carabinieri della Spezia, guidata dal comandante Fabi, prendono subito il via. Nell'ambito delle stesse vengono acquisite le immagini della videosorveglianza pubblica e privata della zona. Che, vista l'ora e le restrizioni, immortalano poca gente. Ma uno dei soggetti catturati dagli occhi elettronici suscita una certa attenzione negli inquirenti, che ne ricostruiscono l'identità: si tratta di un giovane militare della Marina militare dell'Egitto, al momento di stanza nel Golfo. Il ragazzo, poco più che ventenne, è stato raggiunto nelle scorse ore dai carabinieri all'Nh Hotel, dove sta in questo periodo: i militari lo hanno prelevato portandolo in caserma per interrogarlo. L'uomo, sospettato di una tentata violenza sessuale, non è stato trattenuto – impossibile arrestarlo vista la configurazione dell'ipotesi di reato, che sarebbe quella, pur odiosa, del palpeggiamento – ed è stato affidato al suo comando militare di riferimento. Ulteriori accertamenti saranno condotti per definire ancor più dettagliatamente i contorni della vicenda e le responsabilità dell'aggressore, in modo che la giustizia possa fare il suo corso sulle migliori e più esaustive basi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News