Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 28 Luglio - ore 09.09

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ruba portafoglio a noto medico ma un gruppo di ragazzi vede tutto

L'episodio è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri in Via Chiodo: un cittadino francese "resiste" all'azione dei cittadini ma non può nulla quando a sopraggiungere è la Polizia Locale. Si aprono così le porte di Villa Andreino.

centro città
Ruba portafoglio a noto medico ma un gruppo di ragazzi vede tutto

La Spezia - Il senso civico di un gruppo di giovani ha portato all’arresto di un cittadino francese per una rapina impropria su un bus di linea. Erano le 19 circa di ieri sera quando il 47 anni, senza fissa dimora e gravato da un’espulsione dal territorio italiano per pericolosità sociale dovuta ai numerosi reati contro il patrimonio, effettuava un furto con destrezza di portafogli ai danni di un noto medico spezzino, che stava salendo sul bus alla fermata dei giardini di Via Chiodo. Il gesto è stato visto da un gruppo di giovani spezzini che, spinti da un forte senso civico, hanno provato a fermare il ladro, che però li spintonava e minacciava al fine di non perdere il possesso di quanto rubato, ponendo così in essere la fattispecie tipica di reato di rapina impropria. A quel punto fondamentale è stato l’arrivo di una pattuglia della Polizia Locale che presidiava le vie del centro urbano e raccoglieva la segnalazione dei ragazzi, che avevano anche girato  un video per rendere più agevole l’identificazione dell’autore del reato.

Il transalpino alla vista della pattuglia della Polizia Locale si dava repentinamente alla fuga; una fuga che è durata pochissimo poiché, dopo poche decine metri, veniva fermato da un’altra pattuglia della Locale in servizio in moto. Il fermato, privo di qualsiasi documento di identità, veniva accompagnato presso il Comando di Viale Amendola dove veniva identificato tramite i rilievi fotodattiloscopici effettuati presso la Questura della Spezia. Dagli ulteriori accertamenti emergeva che il cittadino francese, a causa dei numerosi reati commessi che lo avevano portato alla
carcerazione, aveva a suo carico un’espulsione dal territorio nazionale emessa nel mese di Aprile dall’Ufficio di Sorveglianza di Pescara, alla quale non aveva ottemperato. La strada che lo ha portato da Viale Amendola al carcere di Villa Andreino è stata breve: per l’inottemperanza all’espulsione e la rapina impropria il pubblico ministero di turno disponeva infatti la custodia cautelare in carcere, in attesa dell’udienza di convalida.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News