Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Aprile - ore 22.16

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Proseguono le operazioni di bonifica, Spezia abbraccia i condomini | Foto

Ancora qualche piccolo focolaio attivo. In corso verifiche sullo stabile. Tanta solidarietà verso chi è rimasto senza un tetto.

L'incendio
Incendio in Scalinata Q. Sella

La Spezia - Sono ancora in corso gli interventi sul luogo dello spaventoso incendio divampato ieri in un palazzo di Scalinata Quintino Sella. Un rogo che ha divorato gli ultimi due piani e il tetto dell'edificio, ora evacuato per ovvie ragioni di sicurezza. Attualmente i vigili del fuoco si stanno occupando del recupero del materiale dai vari appartamenti, di ulteriori azioni di bonifica e di qualche piccolo focolaio che ancora crepita, benché naturalmente il grosso delle fiamme – imponenti le lingue di fuoco viste ieri – sia stato domato ventiquattr'ore fa. Soltanto alla fine di tutte le verifiche e le indagini a cura del personale tecnico sarà possibile dire se l'inagibilità della struttura sia cosa solo dei piani andati distrutti o di porzioni piu ampie dell'immobile, se non dello stesso nella sua interezza.

Intanto la comunità spezzina si muove nel segno della solidarietà nei confronti di chi, per Natale, ha avuto in dono di finire sfollato, fuori di casa, in un periodo già di per sé tanto complicato. Già ieri su richiesta della centrale del 118 si sono mobilitati gli operatori della Croce Rossa della Spezia per assistere i condòmini del palazzo. I volontari Cri ne hanno trasportati cinque al centro di Stradone D'Oria, a Migliarina, dove gli 'sfollati' sono stati accolti e rifocillati con acqua e generi alimentari e supportati dagli psicologi della Croce Rossa. “La macchina operativa ha funzionato dando prova di tempestività e capacità di intervento fornendo il supporto psicologico, un primo alloggio, generi di conforto e un pranzo agli sfollati del palazzo andato a fuoco. Sono molto orgoglioso di rappresentare un grande team di volontari che nei momenti di bisogno non fanno mai mancare la propria presenza”, ha commentato Luigi De Angelis, presidente della Cri spezzina.

Solidarietà anche dagli operatori di Piazza del Mercato. “Se le persone del palazzo andato in fiamme hanno bisogno di generi alimentari, tipo frutta, verdura, salumi e formaggi, ci mettiamo d'accordo subito con qualche collega e glieli portiamo, ovviamente gratis!”, fanno gli operatori Elena e Byan. Mentre Saura, in una lettera inviata alla redazione, ci scrive: “Non non conosco le persone che ci abitavano, se sono persone facoltose o se al contrario sono in sofferenza economica, se ci sono bambini genitori in difficoltà, non lo so. Certamente quest'anno si è accanito contro di loro. E pensavo: basterebbero 2 euro a persona, donati da tutti i cittadini della Spezia, per riabilitare immediatamente quelle persone che hanno perso cosi tanto, in un anno così nefasto. Perché se questo anno di pandemia può donare un valore aggiunto alla nostra vita, questo è la solidarietà che prima non avevamo. E magari imparare a coltivarla per farla diventare quasi un automatismo”. Un “automatismo” che forse, un po', sta già mettendo a dimora radici, visti gli innumerevoli commenti di utenti che, sui canali social di CdS, hanno chiesto cosa si possa fare per dare una mano agli sventurati di Scalinata Sella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News