Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 12 Giugno - ore 22.00

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Patrimonio culturale, 85 denunciati nel 2020 ligure

L'intensa attività del Nucleo tutela patrimonio culturale dei Carabinieri. Tra le operazioni eseguite, anche il recupero nello Spezzino di un'acquasantiera rinascimentale rubata a Genova nel 1999.

Numeri in crescita
L'acquasantiera recuperata dal Nucleo Tutela Patrimonio Culturale

La Spezia - Nel 2020 i Carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale di Genova hanno proseguito con efficacia l’attività preventiva nell’intera regione incrementando, rispetto all’anno precedente, l’attività di controllo e vigilanza alle aree archeologiche, monumentali e paesaggistiche (+70%). 5.300 sono stati i beni culturali sottoposti ad accertamenti fotografici attraverso la Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti, gestita dal Comando TPC di Roma: si tratta, principalmente, di opere d'arte poste in vendita da privati attraverso case d'asta o siti internet e beni documentati dall’Ufficio Esportazione della Soprintendenza di Genova.
L’attività repressiva dei Carabinieri del TPC ligure ha portato alla denuncia all’Autorità Giudiziaria di 85 persone (+60% rispetto al 2019), resesi responsabili di violazioni del codice penale e delle norme che tutelano il patrimonio culturale nazionale (Codice dei beni culturali e del paesaggio D.Lgs 22 gennaio 2014, n.42): 56 i denunciati per reati contro il paesaggio mentre i rimanenti risultano aver ricettato beni culturali, violato norme relative alla contraffazione di opere d’arte o riguardanti il settore dei reperti archeologici. Le attività di polizia giudiziaria hanno consentito di recuperare 33 beni per un valore complessivo stimato in circa 200.000 Euro. L'incessante impegno profuso dai militari del Nucleo TPC di Genova, validamente supportato dall'Arma territoriale e dagli altri reparti speciali dei Carabinieri, ha permesso di esprimere una efficace e coordinata azione preventiva sull'intera regione. Nell’anno in riferimento si sono verificati solamente 9 furti d’arte di cui 3 in danno di luoghi di culto.
Tra le operazioni di servizio più significative concluse lo scorso anno si segnala il recupero, in provincia della Spezia, di un’acquasantiera in marmo, risalente al XV – XVI secolo, rubata nel settembre 1999 dalla Parrocchia di San Siro di Struppa a Genova in esito a una attività investigativa scaturita dal controllo del mercato online, il cosiddetto e-commerce. Il valore commerciale del manufatto è quantificabile in quasi 7.000 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News