Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 10 Maggio - ore 21.55

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Nel primo trimestre dell'anno sette denunce e un arresto sui treni spezzini

Le persone identificate sono state 4.354. Il dirigente della Polfer ligure Mariani ne ha parlato stamani con il Questore Burdese e il Vicario Ingrosso

prosegue attività di prevenzione
Mariani ricevuto dal Questore Burdese

La Spezia - Stamattina il Questore della Spezia ha ricevuto il Dirigente del Compartimento di Polizia Ferroviaria della Liguria, Dirigente Superiore dr. Giuseppe Mariani. L’incontro con il Questore Burdese ed il Vicario Ingrosso ha consentito di fare il punto sulla sicurezza ferroviaria in provincia, in vista anche della prevista ripresa a breve delle tratte a servizio delle località di maggior richiamo del litorale.

Nell’occasione, si è avuto modo di avviare un primo ed efficace confronto in ordine alle priorità che interessano la sicurezza del territorio spezzino in ambito ferroviario e che hanno portato nel solo primo trimestre del 2021, a cura di personale Polfer, all’identificazione di ben 4.354 persone, di cui 760 con precedenti o pregiudizi di polizia. In tale lasso temporale sono state inoltre impiegate oltre 600 pattuglie nelle stazioni ferroviarie di La Spezia e Sarzana e assicurate 34 scorte a convogli ferroviari di media percorrenza; 7 risultano essere le persone denunciate a piede libero mentre 1 risulta essere stata posta in stato di arresto. Tre invece gli episodi di furto a bordo treno per cui vi sono indagini in atto.

Il Dirigente del Compartimento Polfer Liguria ha condiviso con il Questore il massimo potenziamento dei servizi sia nelle stazioni, anche quelle minori, sulle banchine - al transito dei treni a media e lunga percorrenza -, sia a bordo treno. I dispositivi in atto sono stati recentemente rimodulati in occasione della ripresa della didattica in presenza delle scuole superiori, che non ha fatto rilevare criticità e saranno rivisti in ragione delle esigenze poste di volta in volta dai maggiori transiti anche in relazione all’evolversi dell’emergenza sanitaria in atto. Il raccordo di Polfer con gli enti ferroviari è in atto sia per la tutela della circolazione ferroviaria in senso stretto, dell’utenza che del personale ferroviario, a partire dal personale di bordo, macchinisti e capi treno. Tale collaborazione ha consentito la messa in sicurezza di ambiti ferroviari a rischio degrado e, tra questi, l’intervento infrastrutturale di completamento della recinzione a ridosso di alcuni tratti ferroviari più esposti, in corso in questi giorni, a Sarzana.
Allo stesso modo consolidate le modalità di coordinamento tra la Sala operativa della Questura collegata al NUE 112 e quella del Compartimento Polfer di Genova collegata ai numeri di emergenza ferroviari, per interventi h24 in ambito ferroviario, che prevedono in taluni casi l’invio di forza territoriale in concorso.
Il Questore ha infine confermato la prosecuzione dei servizi congiunti settimanali, diretti dalla Questura e disimpegnati anche con rinforzi del Reparto Prevenzione Crimine Liguria e con unità cinofile antidroga sui perimetri delle stazioni ferroviarie sia della Spezia Centrale che di Sarzana, che hanno consentito di procedere a denunce e sequestri di stupefacente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News