Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 25 Giugno - ore 09.43

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Affittacamere spezzino: "Non vogliamo ospiti vaccinati"

Un post su Facebook ha scatenato i commenti degli utenti. Da Aigo Confesercenti Andrea Massolongo Leoni: "La priorità degli operatori deve essere garantire la sicurezza ai dipendenti e agli ospiti".

tutto parte da un post sui social
Il post comparso sui social della struttura "No vax"

La Spezia - "Questa struttura non richiede Covid pass e, per questioni di sicurezza, non dà accoglienza a persone vaccinate, pertanto, non essendo il personale vaccinato, si sconsiglia la prenotazione alle 'primule'. Grazie". Poche righe, pubblicate su Facebook da un affittacamere dello Spezzino, corredate da un paio di immagini che richiamano al movimento "no vax" in cui il vaccino anti-Covid viene definito "pericoloso" e un cartello in cui si parla di Covid pass e si sostiene che "questa non è più libertà". Il riferimento alle "primule", infine, è da attribuire al nome che avrebbero dovuto avere i centri vaccinali annunciati dal governo a inizio anno.

Poche parole e due immagini che hanno raccolto pochissimi commenti a favore, una condivisione massiccia da qualche sodale ma molte altre per condannare la scelta dell'operatore che si scosta dalle pratiche messe in campo per contrastare il Covid-19 che alla Spezia ha superato i 400 morti, in Italia 126mila e nel mondo conta più 3milioni 800mila vittime. Cifre alle quali si dovrebbero aggiungere le persone ancora in ospedale e quelle che ancora stanno lottando contro gli strascichi della malattia.
Il post originale è datato 26 maggio ma tra ieri sera e questa mattina, scovato da altri utenti, è diventato virale finendo anche all'attenzione di Vicenzo Maisto meglio noto come "Signor Distruggere", curatore di una pagina web seguitissima che con ironia racconta le piaghe dei giorni nostri alle prese con l'era digitale. Nei commenti, sempre sotto al post dell'attività, c'è chi condanna apertamente quanto sostenuto mettendo tra i tag associazioni di categoria e forze dell'ordine. Ma tra questi c'è anche chi sostiene che sia stata un'operazione di marketing mal riuscita.

Il punto di vista della struttura non rispecchia il sentimento di altri operatori, anche commercianti, soprattutto spezzini che hanno citato la questione invitando gli utenti a vaccinarsi.
Passando dalle dinamiche virtuali a quelle reali dall'Aigo Confesercenti, l'associazione di categoria che rappresenta e tutela il comparto ricettivo extralberghiero composto da bed&breakfast, Andrea Massalongo Leoni spiega: "Come strutture non dobbiamo chiedere nulla in merito al Covid pass e alle vaccinazioni. Oggi un operatore turistico, a mio avviso, dovrebbe rimboccarsi le maniche e garantire il corretto funzionamento di tutti i protocolli affinché possa dare un servizio di tranquillità e spensieratezza a chi sceglie il nostro territorio per le vacanze, senza l'incubo di rischiare di ammalarsi. Come operatori stiamo rispettando la campagna di vaccinazione in base alle fasce di età, nonostante come categoria era stato chiesto di dare priorità al settore turistico. Da un certo punto di vista proviamo persino invidia (ride, NdR) per chi ha già potuto vaccinarsi. La priorità delle strutture è quella di essere sicure per i dipendenti e per gli ospiti nel massimo rispetto dei protocolli: distanza di sicurezza, igienizzanti, evitare assembramenti negli spazi comuni".
Nel rispetto di tutte le leggi, complice la prima esplosione dell'estate con temperature più miti e un bel sole a scaldare tutta la provincia, qualcosa per le strutture si sta muovendo: "Siamo cauti e ottimisti, cogliamo dei segnali positivi: stanno arrivando tante famiglie e molti non vedevano l'ora di poter godersi qualche giorno di vacanza. Per il momento la media dei soggiorni è di 3- 4 giorni. Speriamo che tutto vada per il meglio e si possa continuare su questa strada".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News