Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 29 Luglio - ore 16.56

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Sarzana esposta a interessi mafiosi, porto della Spezia scalo per importazione di cocaina"

Il rapporto semestrale della Dia non evidenzia novità nel quadro provinciale ma pone attenzione sul ruolo dello scalo e la presenza di gruppi che hanno investito in imprese e immobili con i proventi del traffico di coca.

l'analisi dell'antimafia
Operazione Samba

La Spezia - Fra gennaio e giugno 2020, periodo analizzato dalla Direzione Investigativa Antimafia nell'ultimo rapporto presentato al Ministro dell'interno e al Parlamento (QUI), per quanto riguarda la provincia della Spezia, “non sono intervenuti elementi di novità rispetto alla situazione già delineata nel semestre precedente”. In merito invece all'operatività a Sarzana di una strutturata articolazione criminale, si evidenzia come “sebbene l'ipotesi accusatoria sia stata superata dagli esiti assolutori passati in giudicato, ciò tuttavia non deve indurre a ritenere l'estremo levante ligure zona franca e, come tale, non esposta a molteplici interessi delle mafie”.

Secondo gli investigatori infatti l'area provinciale “occupa una posizione strategica di confine con il territorio emiliano fortemente infiltrato dalla cosca Grande Aracri e da sodalizi ad essa collegati. Le risultanze investigative degli ultimi anni – si legge – hanno accertato la presenza di gruppi che nella provincia spezzina hanno investito in imprese e immobili i proventi derivanti dal traffico internazionale di cocaina dal Sudamerica in cui sono risultati coinvolti”. “Particolare importanza riveste inoltre, la presenza a La Spezia di uno scalo marittimo di rilievo internazionale, al pari degli altri sedimi portuali liguri, utilizzato sia dalle cosche calabresi sai da altre organizzazioni nazionali e transnazionali per l'importazione di ingenti carichi di cocaina”.
Il dossier cita infatti l'operazione “Samba 2020” (qui e qui) condotta dalla Guardia di finanza nel gennaio dell'anno scorso e l'operazione “Touran” (QUI) dello stesso mese, condotta dalla Polizia nei confronti degli otto componenti di un gruppo criminale dedito al traffico e allo spaccio di cocaina e hashish. “L'attività investigativa – ricorda la Dia – ha consentito di ricostruire tutta la filiera che curava lo spaccio al dettaglio nell'estremo Levante ligure, dagli intermediari che si occupavano dell'approvvigionamento di droga nel milanese, fino alle rete di pusher”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News