Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 15 Giugno - ore 23.05

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Ritirati, hai il cancro", messaggi offensivi contro Alessandro D'Asaro

Il giovane spezzino vicino a Fratelli d'Italia ha ricevuto anche un biglietto omofobo. Su Facebook: "Non abbasso più la testa". Solidarietà dal partito: "Fatto gravissimo, faremo esposto alla Magistratura".

il caso ha fatto il giro d'italia
Alessandro D'Asaro (foto Facebook)

La Spezia - “Ritirati dalla politica, hai il cancro” e l'omofobo “non farai mai un ca**o. Fr**io”. Questo il tono inquietante dei messaggi recapitati nei giorni scorsi ad Alessandro D'Asaro, giovane spezzino che ha saputo vincere la sua battaglia contro la malattia e oggi vicino a Fratelli d'Italia.
“Questo è quello che ho ricevuto all'entrata di casa mia – ha scritto su Facebook mostrando i biglietti - ho passato anni a girarmi dall’altra parte quando sentivo rivolgermi parole poche carine; ed ho passato altrettanti tempi ostili a combattere contro un nemico più grande di me, che avevo dentro, il cancro. Un giorno però mi sono auto convinto che le cose potessero cambiare. E sapete una cosa? Siate chi volete essere, fate quello che vi fa sentire bene, usate testa e cuore, e siate liberi di non dare spiegazioni a nessuno, sulla persona che siete. Fatevi giudicare per quello che fate – ha aggiunto – la vita à una, per questo, se non vi sentite ascoltati, non giratevi dall’altra parte, siate la voce fuori dal coro. Non è chi ti critica a far male, è chi non ti difende. Adesso scusatemi, ma io la testa non la abbasso più”.
Parole che hanno ricevuto decine di attestati di solidarietà e stima, a cui oggi si è aggiunta anche una nota di Fratelli d'Italia nella quale il coordinatore provinciale Davide Parodi definisce “Inaccettabili gli attacchi ad una ragazzo che si è appena avvicinato alla politica: chiederò alla magistratura e alla questura di indagare, i responsabili devono essere puniti”

“Nei giorni scorsi è spezia è successo un fatto gravissimo – ha aggiunto Parodi - un ragazzo è stato attaccato, utilizzando la sua malattia e i suoi “presunti” orientamenti sessuali, solo perché ha deciso di avvicinarsi alla politica. Attaccare delle persone per questi motivi è sempre mostruoso ma in questo caso trovo anche difficile capirne le finalità nella logica degli autori del miserevole gesto, infatti Alessandro D'Asaro non ricopre nessun incarico politico in Fratelli d’Italia ma è semplicemente un giovane che si è avvicinato al partito con tanta voglia di emergere, resta quindi davvero difficile capire il perché di tanta acredine nei suoi confronti. Ho già dato mandato agi avvocati del Partito affinché predispongano un esposto alla Magistratura e alla questura affinché indaghino su questo episodio e questo gesto non resti impunito. Ad Alessandro – ha concluso - va la solidarietà di tutto il Coordinamento Provinciale di Fratelli d’Italia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News