Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 25 Giugno - ore 16.29

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Mostre, studio e caffetteria nel capannone a monte della 'Beghi'

E la rigenerazione urbana guarda anche a Cadimare.

"Rifunzionalizzazione"
La nuova Beghi

La Spezia - Da un lato la 'Beghi', dall'altro Cadimare. Queste le direzioni in cui guardano i due progetti di fattibilità tecnico economica in materia di rigenerazione urbana approvati nei giorni scorsi dall'amministrazione comunale della Spezia. Quello inerente la biblioteca civica del Canaletto ne prevede ampliamento delle funzioni e degli spazi attraverso la rifunzionalizzazione di parte del capannone che sorge a monte della biblioteca, attualmente è sotto utilizzato.
Il progetto di fattibilità tecnico-economica prevede la realizzazione del collegamento di tale capannone alla 'Beghi', in modo tale da renderlo funzionale alla biblioteca. “Il progetto, che si sviluppa nella parte est del capannone, sfruttando i locali lungo via Carducci, lascia per gran parte libero l’ampio capannone che, pertanto, potrà essere utilizzato per mostre ed eventi culturali, correlati e organizzati dalla biblioteca Beghi. Negli ambienti rifunzionalizzati troveranno posto, oltre ad alcuni spazi per uffici ed amministrazione dei servizi bibliotecari al piano superiore, spazi per lettura e studio in volume a doppia altezza con soppalchi e al piano terra una ampia caffetteria/bar a servizio della biblioteca e del quartiere”, si legge in delibera. Si fanno anche un stime dell'importo – un milione e 950mila euro – e dei tempi: sei mesi per la progettazione e circa un anno e mezzo per la realizzazione.

Di rifunzionalizzazione si parla anche per il versante cadamoto, in particolare in riferimento ai giardini pubblici e alla piazzetta antistante. Il progetto di fattibilità prevede rifacimento dei giardini pubblici, al fine di aumentare gli spazi a servizio della collettività; del nuovo impianto di illuminazione pubblica e videosorveglianza; di immobili pluriuso, con tecnologie biocompatibili, per le associazioni e la cittadinanza presenti nella borgata; di parcheggi pubblici; dell’impianto di smaltimento delle acque superficiali; di di arredo urbano; e ancora la valorizzazione delle aree pubbliche poste in fregio al mare. “Tutti gli interventi terranno conto del contesto in cui verranno realizzati e cercheranno di avere un basso impatto ambientale e di mantenere quanto più possibile le caratteristiche architettoniche presenti in loco”, si spiega in delibera. A tal fine verranno privilegiati materiali provvisti di certificazioni Cam (Certificazione ambientale minima, ndr), o similari, e l’utilizzo di tecnologie a basso consumo di elettricità”. L’area interessata dagli interventi, che era una porzione della base aeronautica 'Onfa', è in via di acquisizione da parte del Comune. La spesa? La stima è di 2 milioni e 50mila euro. Circa sei i mesi necessari per la progettazione, dodici quelli per concretizzare l'intervento. Per ambo le pratiche – 'Beghi' e Cadimare - Palazzo civico immagina di chiedere contributo statale, secondo le modalità, definite dal ministero delll'Interno con apposito decreto, per chiedere risorse da utilizzare per investimenti in progetti di rigenerazione urbana. Per i Comuni tra i 50mila e i 100mila abitanti, come La Spezia, si può ricevere un massimo di 10mila euro a progetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News