Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Giugno - ore 17.50

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Mascherine, registri di presenza e misurazione della temperature: ripartono i centri estivi

Le regole disciplinano i centri diurni ma anche i campi estivi che prevedono il pernottamento. Gli animatori dovranno essere informati e formati in tema di prevenzione e il gestore deve individuare un referente Covid della struttura.

per fugare i dubbi delle famiglie

La Spezia - Registri per le presenze e mascherine: anche i centri estivi possono finalmente ripartire. Ecco le regole che disciplinano i centri diurni ma anche i campi estivi che prevedono il pernottamento e dovranno essere seguite da tutti gli enti che organizzano, dagli asili nido alle parrocchie, dagli enti culturali agli scout, dalle palestre ai parchi giochi. Fra le principali norme comportamentale da seguire e rispettare il fatto che gli animatori dovranno essere informati e formati in tema di prevenzione e il gestore deve individuare un referente per Covid all’interno della propria struttura che sovraintenda il rispetto delle disposizioni previste nelle linee guida. Dovrà essere inoltr predisposta una segnaletica e gli spazi dovranno essere indicati per evitare assembramenti. Le strutture sono invitate ad affiggere manifesti con le regole anti-contagio. Per quanto riguarda gli asili nido non essendo possibile mantenere le distanze nelle attività con piccoli da 0 a 3 anni gli educatori devono usare “ulteriori dispositivi” oltre alla mascherina chirurgica, per esempio per proteggere occhi e viso. I giocattoli debbono essere disinfettati ma anche risciacquati visto che potrebbero essere portati in bocca dai bambini.

In tema di pernottamento è necessario misurare tutti i giorni la temperatura ai ragazzi e non mescolare la biancheria dei ragazzi. “E’ consigliato prevedere un erogatore di gel idroalcolico per le mani all’ingresso di ogni camera e tenda”. Chi organizza attività per i ragazzi dovrà chiedere una iscrizione e comunque predisporre “spazi dedicati” nel caso in cui un bambino o un operatore “manifestino sintomatologia sospetta”. Se qualcuno ha una temperatura sopra 37.5 gradi o un sintomo compatibile con il Covid, “va posto in una area separata di isolamento dagli altri minori sotto la vigilanza di un operatore possibilmente vaccinato”.
I gestori devono prevedere punti di accoglienza per l’ingresso e per l’uscita. Per i giochi all’area aperta, in parchi, spiagge, giardini e sentieri, per i minori, che comunque devono essere accompagnati da un adulto, è necessario il “rispetto del distanziamento fisico” e l’uso dei “dispositivi di protezione individuale”. L’ordinanza chiede per i più fragili “particolare attenzione e cura” anche potenziando la presenza di educatori “fino a portare eventualmente il rapporto numerico a un operatore per ogni bambino inserito”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News