Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 15 Giugno - ore 20.13

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Lunedì la chiesa santuario di Piazza Brin collegata con il Papa

Piazza Brin

La Spezia - Nel tardo pomeriggio di domani, lunedì 31 maggio, Papa Francesco concluderà il mese di preghiera indetto per invocare la fine della pandemia e la ripresa delle attività lavorative e sociali, recitando il Rosario nei Giardini Vaticani. Il Papa lo aveva aperto dinanzi all’icona della Madonna del Soccorso nella basilica di San Pietro, dopodiché trenta santuari nel mondo si sono succeduti nella “maratona” di preghiera, in una iniziativa organizzata e coordinata dal Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione. Domani la preghiera del Papa, a partire dalle 17.45, verrà trasmessa in diretta da tutti i network cattolici del mondo. In collegamento con Roma saranno presenti dieci santuari. Uno solo dei santuari prescelti è in Italia, e si tratta della chiesa di Nostra Signora della Salute detta della Scorza alla Spezia. Il collegamento di preghiera, al quale, con il parroco don Francesco Vannini e il diacono Pier Ciro Steardo, sarà presente il vescovo diocesano Luigi Ernesto Palletti, sarà assicurato grazie ai tecnici della televisione diocesana Tele Liguria Sud, canale sul quale sarà ugualmente possibile seguire l’intero evento. “Il Papa - spiega don Vannini - ci propone la devozione a Maria che scioglie i nodi. Nella nostra chiesa, alcuni nodi simbolici verranno sciolti da persone che fanno parte della comunità, che pregano con noi e che sono impegnate proprio nel cercare di dare risposte ed attuazione alle situazioni evocate dalle invocazioni suggerite dal Santo Padre. Così persone coinvolte nel mondo della carità, del lavoro, del contrasto alla violenza, della medicina, della pastorale compiendo questo semplice gesto in preghiera ci aiuteranno a consolidare ogni nostra volontà di bene”. “Del resto - prosegue il parroco - il titolo con cui veneriamo Maria, Nostra Signora della Salute, evoca le pestilenze che hanno colpito l’Europa in passato e da cui gli abitanti di Spezia si sentirono protetti dalla custodia di Maria, proprio sulla strada da cui arrivavano merci ed eserciti e su cui fu rallentata la corsa del morbo. Anche la preghiera del santuario lo ricorda: ‘…Tu che dai tempi più remoti ti sei presa cura di questa nostra cara città, difendendola dai nemici e salvandola da mali contagiosi che sparsero ovunque rovina e morte…’. Proprio oggi la parrocchia celebra la festa patronale dell’ultima domenica di maggio. Nella fase di preparazione, nelle settimane scorse, la recita del Rosario è avvenuta, come già in passato, anche in diversi cortili del quartiere. Oggi ci saranno un incontro alle 15 per tutte le mamme, organizzato dalla comunità dominicana e concluso con la benedizione, e, alle 21, la recita del Rosario in piazza e la benedizione alle famiglie delle case circostanti. Domani alle 17, infine, prima del collegamento con Roma, il parroco consegnerà gli attestati di partecipazione ai ragazzi dei percorsi di catechesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News