Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 12 Giugno - ore 22.00

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Il prefetto: "Per guardare al futuro dobbiamo essere uniti" | Foto

A causa della pandemia ancora in corso le tradizionali cerimonie per il 2 giugno, alla presenza della cittadinanza e delle rappresentanze delle associazioni combattentistiche, d’arma e del volontariato non hanno avuto luogo.

festa della Repubblica
Festa della Repubblica, la cerimonia davanti all'arsenale

La Spezia - “Alla comunità spezzina va il mio più caloroso saluto ed insieme il mio ringraziamento per il contributo che sta dando alla lotta alla pandemia attraverso il rispetto delle regole, non senza sacrifici e sofferenze". Queste le parole del prefetto della Spezia Maria Luisa Inversini nel giorno della Festa della Repubblica. La cerimonia si è tenuta questa mattina davanti all'arsenale della Marina Militare alla presenza delle massime autorità civili e religiose. , In osservanza delle misure di contenimento dell’epidemia da Covid-19, le tradizionali cerimonie alla presenza della cittadinanza e delle rappresentanze delle associazioni combattentistiche, d’arma e del volontariato non hanno avuto luogo.
Alle ore 10.30 il Prefetto Maria Luisa Inversini e le massime autorità militari, civili e religiose hanno assistito alla cerimonia dell’alza bandiera solenne presso la Base Navale della Spezia.
A seguire è stata data lettura del consueto messaggio che il Presidente della Repubblica indirizza per l’occasione ai rappresentanti del governo sul territorio.
"Con il confronto democratico, ma anche con una forte motivazione etica, è stata fondata e realizzata la Repubblica, con questo stesso spirito la dobbiamo ri-scegliere oggi e rilanciare domani - ha proseguito il prefetto nel suo discorso -. Come comunità siamo più forti perché abbiamo acquisito la consapevolezza della dipendenza gli uni dagli altri e della nostra fragilità come individui singoli. Tutti vogliamo che la ripartenza sia definitiva, senza nuove frenate, senza ritorno al passato, ma per farlo dobbiamo essere uniti, percorrere insieme l’ultimo miglio, con lo stesso spirito fattivo che ha animato i costituenti, più forte delle divisioni interne, in nome di un progetto di Italia nuova per il quale molte vite sono state sacrificate”.

Al termine, il Prefetto ha consegnato le Medaglie d’Onore, concesse con decreto del Presidente della Repubblica ai cittadini italiani, militari e civili, deportati o internati nei lager nazisti.
Quest’anno hanno ricevuto il riconoscimento, alla memoria, due cittadini di questa provincia, i Signori Attilio Bernardini e Nello Garbusi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News